Salta ancora la raccolta dei rifiuti: Mangialardi alla Aimeri. 'O rimediano o li denuncio'

Maurizio Mangialardi 1' di lettura Senigallia 10/10/2012 - Salta per l'ennesima volta il ritiro dei rifiuti e il sindaco, infuriato, lancia un ultimatum all'impresa e al Cir33. Anche ieri i cassonetti del grigio sono rimasti stracolmi ai lati delle strade di tutta la città e delle frazioni perchè la Aimeri, impresa che aveva vinto la gara di appalto per la raccolta dei rifiuti e a cui è stato prorogato il servizio fino al 30 novembre, non ha svuotato i cassonetti.

La ditta continua ad essere inadempiente e andando avanti così la città rischia di trovarsi invasa dai rifiuti. Una prospettiva di cui il primo cittadino non vuol neanche sentir parlare tanto da arrivare a lanciare un ultimatum alla Aimeri.

“La situazione è intollerabile. Non mi interessa se la Aimeri ha perso la gara (il nuovo gestore che ha vinto la gara è una partecipata della Ecologica Sangro ndr), finchè hanno la gestione della raccolta dei rifiuti devono farla -sbotta il sindaco Maurizio Mangialardi- non esiste che i rifiuti restino abbandonati così per giorni (grigio, vetro, carta e plastica vengono ritirati una sola volta a settimana ndr). Se l'impresa non rimedia immediatamente procederemo con la denuncia per interruzione di pubblico servizio”.

Alla denuncia si aggiunge anche la richiesta di risarcimenti danni e un monito al Cir33. “Se non raggiungeremo i limiti imposti dall'Unione Europea nella raccolta differenziata attribuiremo alla Aimeri la penale -aggiunge Mangialardi- intanto esortiamo il Cir33 ad accelerare i tempi per il subentro della nuova impresa vincitrice dell'appalto perchè la ditta attuale non deve più operare in città”.






Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2012 alle 00:15 sul giornale del 10 ottobre 2012 - 3292 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, rifiuti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EJY


" ... aggiunge Mangialardi- intanto esortiamo il Cir33 ad accelerare i tempi per il subentro della nuova impresa vincitrice dell'appalto perchè la ditta attuale non deve più operare in città”.
Ma finchè non subentra la nuova ditta deve lavorare la ditta attuale perchè in questo momento (ore 0,33 del 10/10/2012) davanti ad ogni abitazione della mia via ci sono tre raccoglitori.

Vanessa B

10 ottobre, 11:29
Abito a Marina, e l'UNICO giorno in cui non è passata la raccolta della differenziata è stato il primo giorno di neve.. forse dovremmo darvi i nominativi :)

Pongetti Paola

10 ottobre, 12:06
io abito in via degli olmi13 lunedì 8 e ieri non sono passati... e non è la prima volta che succede

Sant'Angelo e San Silvestro è da venerdì della scorsa settimana che non passano.
Quindi saltato due volte l'organico, una l'indifferenziata e la carta.
Voglio vedere oggi cosa fanno.

Altrimenti dovremmo pensare noi cittadini a denunciare il Cir33 per interruzione di servizio pubblico

Orpolina! Il Sindaco fa la voce grossa dopo appena due anni di DISSERVIZIO continuo e aggravato! Niente male però, anche lui si è accorto che qualche cosa non funziona...appena appena eh!
Il bello è che "minaccia" una denuncia quando da quel dì avrebbe dovuto farla! Sembra quasi che non sappia come vanno le cose in Italia, l'Aimeri è stata sostituita e se ne frega di portare a termine il suo lavoro, e una denuncia gli fa un baffo, perchè intanto la mondezza in strada rimane!
Il Presidente del CIR33, Simone Cecchettini, da quel dì che andava rimosso e mandato cogliere le olive! Ma anche qui si sa, è dura in Italia scollare le sedie dalle terga di queste persone, senza distinzione alcuna, sono tutti uguali, tutti mangiano nella mangiatoia statale senza rendere neanche un 20% di quello che dovrebbero rendere.
Anche questa volta il Sindaco ha fatto la voce grossa per apparire bello e lindo, ma fortunatamente i cittadini sanno benissimo che queste "urla" sono solamente di facciata e nulla più perchè mancano gli attributi per prendere decisioni serie e drastiche!

il mio parere è che non semo messi bene!

in un altro articolo si evidenziava il fatto che i mezzi della ditta erano in parte rotti
inoltre erano privi di gasolio!

come possono i lavoratori operare in questo modo?
i dipendenti intanto a quanto pare sono in ritardo per la ricezione dello stipendio!

Da anni sto criticando il sistema di raccolta porta a porta (non la differenziata).
Da anni sto criticando l'esistenza del Cir33, organo completamente inutile.
Per i rifiuti, il cittadino paga il Comune, il Comune paga il consorzio (Cir33) il quale appalta il servizio di raccolta.
Il servizio di raccolta non funziona. Anzi non ha mai funzionato bene, anche con le ditte che hanno preceduto l'attuale.
Il Comune cosa fa? Minaccia la ditta.
Allora se vuoi un contatto diretto tra istituzione e ditta incaricata al servizio di raccolta, appalta direttamente tu il servizio.
Non lavori bene, non ti pago...
Non mi paghi, mi paghi poco, mi paghi in ritardo? Lavoro come posso.
Così il cittadino quando si lamenta, sa di lamentarsi con la persona giusta.

Signori come ho sempre detto ormai da anni il cir33 e dietro i comuni hanno voluto a tutti i costi fare la raccolta integrale pap non ragionando che i costi erroneamente proposti dalle ditte ancora inesperte sui reali costi della raccolta oltre all'aumento spropositato del gasolio ha portato a "non starci dentro ". Lo prova il fatto che ora la aimeri ha perso la gara avendo qualche dato in più in mano. L`esperienza. I mezzi poi che effettuano migliaia di fermate si guastano perché non sono costruiti per questa tipologia di lavoro, sono mezzi normali dotati di cassone e basta. Si parla tanto di non usare i mezzi o di chilometro 0 e poi per i materiali differenziabili trasportabili dal cittadino li fate raccogliere a domicilio....non ha senso. Continuerò a ribadire di lasciare a casa il grigio affinché venga controllato che non si butti differenziato ed organico in quanto scomodo da trasportare....il resto organizzare punti di raccolta presidiati specie presso i centri commerciali oppure sfruttate l'isola ecologica che già avete. Organizzate meglio la raccolta sia a livello qualitativo che di costi e così è la soluzione migliore. Voglio proprio vedere se la nuova ditta farà meglio se non avesse adeguato i costi come dovrebbe. SIGNORI LA COMODITÀ SI PAGA e l'aimeri sa bene, come in tutte le gare di appalto che si rispetti, che ci possono essere sanzioni ma forse è talmente stremata che non arriva.

Questo ovviamente non per giustificare la Aimeri perchè se si promette una cosa va mantenuta ma me ne sono accorto io che la differenza dei costi aumentati di circa del 56% da raccolta stradale a PaP non è sufficiente a coprire il servizio capillare che richiede. Pensate solo alle fermate dei mezzi che possono passare da 100 per le isole stradali a 2000 e in questo caso i consumi e le rotture dei mezzi salgono in maniera esponenziale oltre alle ore lavorative in più dell'operaio. Possibile che nessuno si sia posto questo dubbio ? Magari tutelandosi meglio ? Sapete se qualcuno mi propone una berlina al prezzo di una utilitaria qualche dubbio mi sorge nooooo ?




logoEV
logoEV