Puliamo il Mondo a Senigallia, studenti alle prese con la pulizia del Parco Percorrimisa

Puliamo il Mondo a Senigallia 4' di lettura Senigallia 27/09/2012 - Pulizie in corso a Senigallia. Oggi e domani oltre 150 studenti delle scuole della città, in compagnia dei volontari del servizio civile di Legambiente Marche e del personale del comitato per l’eco-attenzione del punto vendita (COMECO) Ipersimply di Senigallia sono al lavoro per ripulire il Parco Percorrisima, area verde proprio nei pressi del centro commerciale.

Le due giornate di volontariato ambientale rientrano nella campagna ‘Puliamo il Mondo’, l'iniziativa di Legambiente giunta alla XX edizione che ogni anno, in occasione dell'ultimo fine settimana di settembre, punta il dito contro l'abbandono dei rifiuti.

L'iniziativa in corso è organizzata in stretta collaborazione con l'Ipersimply di Senigallia, l'amministrazione comunale e il Consorzio Cir33, nell'ambito del progetto 'ViviAmo Senigallia'.

Giovedì 27 settembre i Volontari di Legambiente e il personale del comitato COMECO hanno coordinato le attività degli alunni delle classi 3a B, 5a A e 5a B della scuola media “G. Pascoli” e la 1a G dell'Istituto Alberghiero “Panzini” di Senigallia.

Al termine della giornata, dopo aver gustato una sana merenda offerta da IperSimply, gli alunni delle classi hanno partecipato al gioco del fazzoletto rivisitato in chiave ambientale: per ogni manche i concorrenti non si sono contesi un “drappo” ma hanno dovuto ritrovare in un sacco il rifiuto "chiamato" dal Conduttore del gioco. Recuperato l'oggetto e riposto nel cestino corretto dell'isola ecologica predisposta a 100 mt, i ragazzi per aggiudicarsi la manche hanno risposto ad una domanda sul tema della raccolta differenziata.

Il programma della giornata sarà ripetuto anche venerdì 28 quando saranno di scena, oltre ai Volontari dell'associazione e del COMECO, gli alunni delle classi 1a OPIA e 2a OMT B dell’Istituto Superiore Ipsia “B. Padovano” di Senigallia insieme ai ragazzi della 2a C del Liceo Scientifico "E. Medi" di Senigallia.

“L’Amministrazione di Senigallia è da sempre impegnata in prima linea nell’affrontare le problematiche ambientali, declinate in tutte le loro articolazioni, anzi fonda la propria azione amministrativa proprio sul principio prioritario della città sostenibile – dichiara il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi -. Il Progetto “Puliamo il mondo” ha un valore aggiunto, rispetto a questa azione amministrativa, nella partecipazione, fatta di esperienza diretta ,dei giovani , nei quali va costantemente stimolata e accresciuta la consapevolezza e la responsabilità nel rendere sempre più pulita, bella, vivibile la città e l’ambiente in cui vivono. Per questo un grazie a Legambiente e agli altri soggetti promotori dell’iniziativa”.

“L’adesione alle giornate di volontariato ambientale Puliamo il Mondo si inserisce in un progetto di partnership continuativo con Legambiente, nato tre anni fa’ in occasione dell’apertura del primo IperSimply eco-attento di Senigallia, per la volontà di lavorare in sinergia con un Comune particolarmente sensibile alle problematiche ambientali. – commenta Lorenzo Bertini, direttore regionale Simply Italia – In linea con il posizionamento sostenibile della nostra insegna, ci impegniamo da anni ad osservare una politica di rispetto dell’ambiente, sostenendo iniziative volte a tutelare l’ecosistema e a suggerire comportamenti ecologicamente virtuosi anche ai nostri clienti, che si stanno dimostrando estremamente attenti a queste tematiche. Per sviluppare nuovi progetti, quest’anno abbiamo istituito un comitato interno per l’eco-attenzione, che segue personalmente le campagne di sensibilizzazione coinvolgendo la comunità del territorio.”

“Eventi come quelli in programma il 27 e il 28 settembre contribuiscono a creare una cultura improntata al rispetto della convivenza civile e alla salvaguardia ambientale – spiega Simone Cecchettini, presidente Consorzio Cir33 -. Ma sono, per il Consorzio, anche momenti importanti per sottolineare come senza il costante impegno, sia dei cittadini che delle istituzioni pubbliche e private, non sia possibile fare quell’ulteriore passo avanti necessario per raggiungere definitivamente gli obiettivi che il nostro territorio si è posto. Tra questi, mi piace ricordare quelli raggiunti, ma anche e soprattutto quelli da conseguire. In questi anni, a Senigallia, dopo aver ridotto di due terzi la produzione dei rifiuti e incrementato di 45 punti percentuali la raccolta differenziata (oggi al 60%), occorre mantenere elevata l’attenzione e raggiungere l’ormai vicino traguardo, previsto per il 2012, del 65% di materiale avviato a riciclo”.

“I rifiuti sono una straordinaria risorsa e i cittadini di Senigallia lo hanno capito bene – aggiungono Luigino Quarchioni e Francesco Brega, rispettivamente presidente e responsabile progetti di Legambiente Marche -. Lo dimostra il 59,20% di raccolta differenziata raggiunto dall’amministrazione nel 2011, un dato che continua ad aumentare ogni anno. Le giornate di Puliamo il Mondo sono una piacevole occasione di volontariato e di partecipazione alla vita della comunità con piccolo gesto simbolico ma che dimostra un forte senso di appartenenza e di rispetto per l’ambiente”.

Puliamo il Mondo è la versione italiana di Clean Up the World - la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia, nel 1989 e portata in Italia nel 1993 da Legambiente - hanno infatti dato la loro adesione centinaia di comuni e si aspettano migliaia di volontari pronti a combattere il degrado con guanti e ramazze e a restituire vivibilità, dignità e bellezza a tanti spazi comuni.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2012 alle 17:48 sul giornale del 28 settembre 2012 - 1043 letture

In questo articolo si parla di attualità, legambiente, legambiente marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EiQ


Luigi Mencucci

28 settembre, 14:58
Complimenti per l'iniziativa, continuando proporrei, mettendomi a disposizione, anche la pulizia del centro storico di Senigallia, pieno di cartacce e di ogni genere di rifiuti sparsi quà e là, poichè il cittadino o l'ospite fà a volte fatica a fare qualche passo in più e depositare quello che getta a terra negli appositi contenitori:
due sono le osservazioni o in famiglia si comporta ugualmente e nessuno glielo ha insegnato, o mentalmente non ha sviluppato ancora la cellula dell'educazione civica.
grazie se possiamo fare qualcosa e buon lavoro.
Luigi Mencucci




logoEV