Sanità: Mancinelli (Cgil FP), dov'è Mezzolani mentre 37 precari perdono il posto a Senigallia

Giacomo Mancinelli 6' di lettura Senigallia 24/09/2012 - Con che coraggio l'Assessore alla Salute della Regione Marche  Dott. Almerino Mezzolani riesce a restarsene nascosto !

E' stato invitato ufficialmente (ed a più riprese con solleciti) a convocare urgentemente le parti sindacali per “superare” il problema dell'irricevibile tetto economico di spesa sul personale assegnato dal Direttore Generale dell'ASUR Marche Dott. Piero Ciccarelli al Direttore dell'Area Vasta 2 Ing. Maurizio Bevilacqua, senza dare riscontri !

Tetto economico di spesa sul personale molto inferiore rispetto a quello assegnato e previsto dalla Regione Marche con Delibera di Giunta n. 1750 del 2011 !

Tale tetto economico di spesa sul personale, ribassato, è assolutamente incompatibile con lo stesso Piano Industriale a prescindere, in quanto condanna tutti i 282 precari dell'Area Vasta 2, i cui contratti scadranno da qui al 2014 ( 37 a Senigallia, 96 Jesi, 103 Fabriano e 46 ad Ancona) a tornare a casa !

A Gennaio 2012 il Dott. Mezzolani, presente lo stesso Dott. Ciccarelli, aveva garantito di allentare il cappio sul turn-over del 70 %, ammettendo gli ingenti risparmi sul personale già conseguiti del biennio 2010/2011 con tagli “lacrime e sangue”, promettendo quindi la possibilità di rinnovo e proroga dei contratti a termine almeno nel rispetto della DGRM n. 288 dell'8/03/2011 !

Ed il Direttore del Dipartimento Servizio Salute della Regione Marche Dott. Carmine Ruta aveva promesso alle parti sindacali di riaprire il tavolo del confronto sulla stabilizzazione dei precari !

Inoltre il Dott. Mezzolani il 16 Giugno 2011 con lettera ufficiale inviata al Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca aveva promesso la ripresa immediata del confronto sindacale nei “territori” con la R.S.U. ed i Comuni per “superare l'emergenza sanitaria assistenziale causata dai tagli di personale imposti proprio dalla irricevibile ed unilaterale Determina n. 240 del 2011 del Direttore Dott. Ciccarelli”

… ma il 18 Settembre c.m. è stata invece approvata una deliberazione da parte dell'Assemblea Legislativa Regionale dove addirittura, non solo i “territori”, ossia la stessa R.S.U. e gli stessi Comuni, ma anche il Direttore dell'Area Vasta 2 Ing. Bevilacqua, sono “tagliati fuori” dalle “partite” sulle progettazioni/programmazioni dei Piani Industriali “annuali” per l'Area Vasta 2, che vedrà esclusivi protagonisti decisionali il Dott. Ciccarelli, il Dott. Francesco Comi della V Commissione sulla Sanità della Regione Marche, il Dott. Ruta ed i Direttori Generali dell'A.O.U. Ospedali Riuniti di Torrette e dell'I.N.R.C.A. !

Che fine hanno fatto queste promesse ?

Che razza di Regione “di diritto” è la Regione Marche dove quello che dovrebbe essere un semplice Ente “gestore sanitario” (quale l'ASUR Marche) – che dovrebbe addirittura intendersi, per logica, già superato da un pezzo, dal momento della istituzione delle Aree Vaste – riesce a fare sempre “quello che gli pare” ed a “comandare” impropriamente in barba ad ogni regola ed alle stesse indicazioni dell'Ente “programmatore e legislatore sanitario” della Regione Marche (Assessorato e Dipartimento sulla Salute) ?

Che sta facendo l'Assessore Dott. Mezzolani ?

L'Assessore Dott. Mezzolani ha il dovere e l'obbligo di “risolvere” i problemi, e deve intervenire immediatamente per annullare il tetto economico di spesa irricevibile stabilito unilateralmente dal Dott. Ciccarelli !

I precari sono una forza lavoro imprescindibile e se non rimarranno in servizio sarà la fine dei servizi sanitari essenziali, del loro “collasso” organizzativo, qualitativo e della sicurezza.

Che intervenga subito, l'Assessore Dott. Mezzolani, a difesa dei precari, senza perdere altro tempo !


Peraltro, la Contrattazione Decentrata di Area Vasta 2 del 18 Settembre u.s. ha palesato in maniera evidente tutte le difficoltà incontrate dal Direttore dell'Area Vasta 2 Ing. Bevilacqua, pur in presenza di volontà ed idee, per ricercare concretamente e compiutamente quei risparmi su altri capitoli di spesa piuttosto che sul personale, quali la dismissione di “cose” inutili, per mantenere appunto in servizio la forza lavoro imprescindibile !

Difficoltà ascrivibili evidentemente alla mancanza della “personalità giuridica” del Direttore dell'Area Vasta 2, che, in assenza di potere decisionale, gestionale, ed operativo, è sempre e solo sistematicamente “condizionato” dal Dott. Ciccarelli …

… ma questo il Dott. Mezzolani ed il Dott. Ruta lo sanno benissimo, ma fanno finta di niente … e intanto a pagarne le conseguenze sono gli utenti ed i lavoratori, soprattutto i precari !

Addirittura, sempre in predetta Contrattazione Decentrata del 18 Settembre u.s., il Direttore dell'Area Vasta 2 aveva definito con la R.S.U. e le OO.SS. l' Accordo sulla Mobilità “volontaria”, pronto da redigerlo a cura dell'Amministrazione dell'Area Vasta 2 e quindi a farlo “firmare” dalle Parti … ma l'Accordo, purtroppo, ancora non è stato redatto e firmato !

E questo perchè il Dott. Ciccarelli non è d'accordo !

Al Dott. Ciccarelli chiaramente non piace un Accordo firmato in “legittimità” di Contrattazione Decentrata dove si favorisce la Mobilità “volontaria a domanda del dipendente” piuttosto che la Mobilità “d'ufficio” (come vorrebbe lui), e dove si attribuisce un potere organizzatorio all'Amministrazione di spostare coattamente i dipendenti entro e non oltre i 17 Km, come previsto dal vigente CCNL e dalla vigente legge regionale, piuttosto che oltre i 17 Km (il problema per il Dott. Ciccarelli è che nessuna ex Zona dell'Area Vasta 2 sta dentro la distanza dei 17 Km l'una dall'altra) !

Dott. Ciccarelli che ancora offende i sacrifici e la dignità dei dipendenti della ex Zona Jesi non permettendo che la Direzione dell'Area Vasta 2 liquidi loro le legittime Incentivazioni economiche previste dall'altrettanto legittimo Accordo Integrativo firmato il 23 Maggio 2012 con il Direttore Ing. Bevilacqua !

Non c'è una sola disposizione impartita dal Dott. Ciccarelli alla Direzione dell'Area Vasta 2 che non minacci decurtazioni economiche in sede di valutazione economica del Direttore di Area Vasta e dei Dirigenti dell'Amministrazione se non verranno eseguiti suoi “diktat” !

Ed infatti … l'Accordo sulla Mobilità “volontaria” dell'Area Vasta 2 non si trova e non si firma, l'Accordo Integrativo del 23 Maggio 2012 è firmato ma non si pagano le spettanze, sono stati interrotti i Tavoli Tecnici nelle ex Zone dell'Area Vasta 2 dove si stava procedendo a definire Accordi specifici sull'assegnazione ai dipendenti delle Risorse economiche Aggiuntive Regionali (fondi di accompagnamento) per i processi di riorganizzazione in Area Vasta, ed ai precari non si prorogano e non si rinnovano i contratti in scadenza !

Al Governatore della Regione Marche Gian Mario Spacca, chiediamo, è questa la “virtuosità” di cui parla, e per la quale dovremmo andare fieri ?


da Giacomo Mancinelli
FP CGIL - RSU Area Vasta 2





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2012 alle 10:06 sul giornale del 25 settembre 2012 - 2251 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, fpCgil, Area vasta 2, Giacomo Mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/D0t


...... a spendere i soldo per costruire la sede dell'area vasta a fabriano, quando la sede amministrativa può essere accolta in altre strutture non utilizzate, e magari risparmiare quei milioni di euro per risolvere i problemi che già esistono..... blà sta politica!!!!