Inseguita da Ancona all'Abruzzo la banda dei furti nelle case: arrestato un 32enne

Carabinieri 1' di lettura Senigallia 24/09/2012 - Si è concluso con un solo arresto il lungo inseguimento in autostrada, da Ancona fino all'Abruzzo, della gang responsabile negli ultimi giorni di numerosi furti in appartamento a Pesaro, Senigallia e Ancona.

L'operazione è iniziata poco dopo la mezzanotte con un posto di blocco dei carabinieri al casello autostradale di Ancona Sud. Verso l'una sono arrivate a folle velocità una Mercedes ML 2000 ed una Peugeot 407, che sono state lasciate passare per non causare incidenti. I carabinieri si sono però subito lanciati all'inseguimento in autostrada, in direzione sud.

Dopo che i fuggiaschi hanno superato un altro posto di blocco a Loreto, sono state mobilitate altre pattuglie da San Benedetto e Giulianova. Solo giunti in Abruzzo è stato possibile individuare la Mercedes, ferma in una piazzola di sosta, vuota. E' stata però ritrovata nel portabagli numerosa refurtiva, tra orologi di pregio, computers, telefoni cellulari e monili in oro e argento.

La Peugeot è stata invece bloccata verso le 4 nei pressi di Castel di Sangro. Arrestato per ricettazione il conducente, Raffaele Acampora, 32 anni di Villa Literno, celibe, nullafacente e pluripregiudicato. Sono ora in corso le ricerche per rintracciare gli altri componenti in fuga della banda.






Questo è un articolo pubblicato il 24-09-2012 alle 18:30 sul giornale del 25 settembre 2012 - 1104 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, carabinieri, a14, inseguimento, marco vitaloni