Ostra: domenica Una città per giocare

bambini 3' di lettura 22/09/2012 - Domenica 23 settembre torna ad Ostra “Una Città da giocare”, nella centralissima Piazza dei Martiri e zone limitrofe. Per l’edizione 2012 il titolo, che individua ormai da anni la manifestazione ostrense dedicata ai ragazzi, è stato ampliato ed è diventato: “Una Città da giocare… e da sfogliare”, per promuovere la lettura e la diffusione del libro per ragazzi, ma le proposte sono dedicate a tutti, anche ai più piccoli, che non sanno ancora leggere, ma amano farsi raccontare una storia.

Gli spazi di gioco, laboratorio, animazione saranno ispirati ad un testo della letteratura per ragazzi, con cui sarà possibile giocare, creare, inventare. In collaborazione con le associazioni di Ostra e del territorio e di alcuni professionisti, la piazza diventerà lo spazio dove incontrare Pinocchio e Robin Hood o ascoltare la storia della “Spada nella Roccia” e viaggiare a ritroso nel tempo. Marco Polo li accompagnerà nella terra misteriosa della Cina e la carta diventerà l’occasione per mettere in moto la creatività e scegliere tra decoupage o cartonaggio. Qualcuno ha paura dei racconti… da paura?

Certamente no e, allora, allo spazio-trucco ci si potrà divertire a trasformarsi e nel laboratorio di falegnameria si costruireanno simpatici pipistrelli volanti. Poi si può fare una visita ai Tre Porcellini, sempre alle prese con il lupo vorace e, magari, fermarsi un po’ dietro la Torre, dove sarà ricreato una sorta di Teatro, affidato al “Teatro del Canguro” e, se dopo aver assistito ad una animazione, viene voglia di improvvisarsi attori, c’è un laboratorio di teatro proprio da non perdere I più piccoli potranno accompagnare mamma e papà lungo il percorso sensoriale “La Manina e la Manona”, un posticino tranquillo tranquillo, tutto da scoprire. Poi ci saranno gli spazi per le attività più dinamiche: mentre si gioca a pallavolo, ci si può lasciare incuriosire dalla vera storia del polpo Paul, oppure, tra una gimkana e una prova di abilità, si possono riscoprire i valori dello sport.” I Musicanti di Brema” si accorgeranno che si può fare musica nei modi più diversi (…e, se chi vuole partecipare porta con sé una vecchia scatola di scarpe, potrà trasformarla in uno strumento imprevedibile!).

In una bottega, un poco più in là, si possono costruire inediti gioielli, lasciandosi ispirare dalla storia dell’Anello magico. C’è spazio anche per chi è abile ad usare il randello: ma sarà anche quello magico come il “Randello Castigamatti”? Al centro della piazza arriverà il Furgolibro: un furgone un po’ particolare, perché quando si apre, fuggono storie e, quando la storia finisce, ci sono tanti libri da prendere in prestito. E’ una Biblioteca circolante che aspetta giovani lettori. E se, tra una storia, un gioco e un laboratorio, viene un po’ di fame, basta andare alla casetta di Marzapane… Tranquilli! Non c’è nessuna strega cattiva, ma solo buone cose da mangiare. Dalle 15.30.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2012 alle 09:18 sul giornale del 22 settembre 2012 - 690 letture

In questo articolo si parla di attualità, bambini, ostra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/D8g


miranda moroni

24 settembre, 13:22
E' STATO BELLISSIMO, COMPLIMENTI!!! le bimbe hanno costruito i sonaglini con "i musicanti di Brema" e provato i tamburi!!!che soddisfazione! Finalmente abbiamo visto "Mimmo e Piccolo" del Teatro Canguro: quanta tenerezza! Il gatto e la volpe di Pinocchio erano PERFETTE!!! senza togliere niente ai laboratori di decopage, gioilli, libri, ecc...insomma tutto bello! Per poterne godere di più sarebbe da organizzare più spesso o in una 2 giorni sabato-domenica, anche per ottimizzare al massimo gli sforzi logistici degli artisti!!! GRAZIE




logoEV
logoEV