Inseguimento lungo la statale: bloccata una ladra cubana pregiudicata

Carabinieri 2' di lettura Senigallia 02/09/2012 - Rocambolesco inseguimento dei Carabinieri della Compagnia di Senigallia di una ladra che dopo aver commesso vari furti cercava di scappare con un complice a bordo di un'auto.

L'episodio si è verificato sabato pomeriggio. Intorno alle 17 l'aliquota radiomobile, allertata a seguito di alcuni furti commessi nel pomeriggio ad opera di un uomo e di una donna che alcuni testimoni hanno visto a bordo di un'auto bianca, ha intercettato una Polo Volkswagen lungo via Raffaelo Sanzio. I militari hanno intimato alla Polo, con a bordo un uomo e una donna, di fermarsi. I due hanno prima rallentanto fingendo di fermarsi, poi però l'uomo che era al voltante ha dato inizio ad una fuga spericolata, ad altissima velocità, lungo la statale.

La Polo ha iniziato a scorrazzare lungo via Sanzio, in entrambi i sensi di marcia, per almeno tre volte. Dopo mezz'ora la fuga è terminata nell'area di rifornimento della Esso, dove l'uomo ha fermato l'auto dandosi alla fuga a piedi. Anche la donna che era con lui ha cercato di fare altrettanto ma in questo caso è stata fermata dopo un breve inseguimento dai militari. I carabinieri hanno anche recuperato la refurtiva relativa ad almeno quattro furti perpetrati dalla coppia a Senigallia ed a Marotta nelle ore precedenti. Inoltre, l’auto è risultata essere stata rubata il 27 luglio a Milano. La donna, Jacqueline Gabriela Gutierrez Sanchez, 23enne cubana, celibe, prostituta, pregiudicata con vari alias, è stata dunque arrestata per concorso in furto continuato ed aggravato e ricettazione. Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, la donna è stata rinchiusa nelle camere di sicurezza della stazione dei Carabinieri in attesa del processo per direttissima che si terrà lunedì presso il Tribunale di Ancona. Nel corso delle operazioni, i Carabinieri hanno raccolto anche 3 denunce per furto da parte di altrettante persone derubate delle loro borse.

Da ulteriori indagini, i militari hanno anche appurato che la cubana, con l’alias di Ruiz Eliana Elisa, era anche stata raggiunta dal provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Milano nel giugno del.2011. Procedono, invece, attivamente, le ricerche dell’uomo, verosimilmente di origine sudamericana. Questo, secondo i primi accertamenti, insieme alla donna arrestata sarebbe arrivato a Senigallia partendo da Milano dopo un breve soggiorno a Rimini.






Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2012 alle 13:34 sul giornale del 03 settembre 2012 - 3046 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, auto, 112

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DnM


rambo Utente Vip

03 settembre, 08:55
che significa intorno alle 17 "l'aliquota" radiomobile???

Insomma, lei doveva già essere espulsa dall'Italia, invece è rimasta e ha continuato ancor di più nelle sue opere illegali... vogliamo cominciare a mettere delle pene più severe (e forze che effettivamente controllino che vengono eseguite) o continuare a subire le conseguenze di gente del genere??? E fortuna che nell'inseguimento non è stato coinvolto nessun altro...




logoEV