Serra de’ Conti: in anteprima regionale a 'Nottenera' tre lavori teatrali che coinvolgono il pubblico

Chiara Stoppa 5' di lettura 21/08/2012 - Teatro di parola, teatro d'attore e oggetti. Le arti sceniche trovano un contesto di grande suggestione nella Nottenera di Serra de' Conti (Marche – AN), attesa per sabato 25 agosto e quest'anno concentrata sul tema della Trasformazione.

L'evento-festival spegne infatti le luci urbane nel bellissimo centro storico e consegna i luoghi nelle mani degli artisti e allo stupore degli spettatori. Ognuno può infatti disegnare il proprio personale percorso attraverso i tanti spettacoli che animano la Nottenera dal tramonto fin quasi all'alba. Tra i lavori presentati in prima regionale quest'anno ci sono una novità e due ritorni.

La novità è Chiara Stoppa, giovane autrice e attrice teatrale che Franca Valeri ha designato come sua ideale erede, di cui sarà presentato “Il Ritratto Della Salute”, in doppia replica in Piazza del Comune, alle 22.30 e 01 (durata 65minuti). “Una tragica esperienza personale in un monologo che, con una comicità disarmante, ci infligge una profonda e sobria commozione”, ha detto proprio la Valeri dopo averla vista. Il testo, scritto insieme a Mattia Fabris e prodotto dalla Atir, nasce dalla biografia dell'attrice stessa, appena ventiseienne. Un giorno le viene diagnosticato un tumore e le dicono che ha pochi mesi di vita. Allora “iniziai a pensare a cosa dire ai miei amici, alle persone a me care, per un degno saluto”, racconta Chiara Stoppa. Ma poi decide di reagire, affrontare la malattia, affrontare se stessa: “decisi che era meglio alzarsi dal letto, era meglio stare meglio, era meglio vivere no? E... ad ogni modo, ora, dopo molto più che pochi mesi, sono qui. In piedi, con una storia da raccontare”. Vincitore del "Concorso di Giovane Teatro Contemporaneo", la Giuria di Teatro in Circolo ha definito Chiara Stoppa un'ottima attrice e ben guidata attraverso l'ironia la regia di Fabris. È “uno spettacolo vero, semplicemente. Un monologo, una storia, la sua storia e basta. Niente fronzoli, solo una punta d'ironia qua e là. Ironia catartica”. Emozionante.

Si tratta invece di un ritorno per i 15Febbraio e per Principio Attivo Teatro, due compagnie applaudite ampiamente dal pubblico di Nottenera nelle scorse edizioni, che fanno ricerca teatrale in maniera originale.

In particolare, i 15 febbraio presentano in prima regionale “Still Live”, produzione francese e regista tedesca, Claudia Hamm. Questo lavoro che rientra nel teatro di parola, dimostra e conferma uno stato molto avanzato di ricerca drammaturgica: unisce cioè la densità di un testo letterario alla qualità del qui e ora dell'improvvisazione. I due bravissimi attori Vadi e Lofo, ovvero Valentina Diana e Lorenzo Fontana (a cui si aggiunge in videoproiezione Armin Chodzinski) reagiscono sia alla realtà fuori dal teatro, sia a quella vissuta durante uno spettacolo, fatta di relazione con il luogo e con lo spettatore. Dopo “Servizio di pulizia” applaudito l'anno scorso, questo è il secondo capitolo di Project Chronique, ricerca attorno ai temi della precarietà e della relazione che ogni singolo individuo instaura o cerca di instaurare con la società nella quale è immerso. Lo spettacolo sarà ospitato nei Giardini del Museo delle Arti Monastiche, in doppia replica alle 21 e alle 23.45 (ingresso fino ad esaurimento posti). Stavolta i due interpreti hanno acquisito un valore di mercato nella “borsa umana”, si è investito su di loro, ma quali garanzie ci sono per il futuro? Cosa fare se qualcun altro decide per te e i valori della borsa cambiano continuamente? Dove sta il futuro stabile e sicuro?

In prima regionale anche “Hanà e Momò” di Principio Attivo Teatro. Stavolta, la parola lascia il posto a un linguaggio fortemente visuale e sensoriale, a un teatro d'attore e di oggetti, di materiali, quasi di figura. Lo spettacolo sarà ospitato al Chiostro di San Francesco in due repliche alle 21.15 e 23.45 (durata 55 minuti). Ingresso fino a esaurimento posti. Questo collettivo di artisti con competenze diverse, torna a Nottenera per raccontare una storia d'amicizia che nasce intorno a un gioco e una vasca di sabbia molto grande, un giardino vuoto da riempire. Le mosse del gioco saranno dettate dalla capacità dei due giocatori di sorprendersi e superarsi in abilità, attraverso creazioni di micro storie di fantasia, nate da manipolazioni materiche. Alla fine, vince l'incontro tra le parti, vince la gioia del “fare insieme”. La vasca sarà allestita nel Chiostro del Comune, con i bimbi invitati a partecipare tutto intorno e gli adulti ad ammirare dall'alto. In scena Cristina Mileti (anche ideatrice) e Francesca Randazzo.

Il concept di Nottenera è di Bruno Massi, Sabrina Maggiori e Paula Carbini. Il visual è a cura di Manuela Santini.

L´evento Nottenera 2012 (direzione artistica di Sabrina Maggiori e supervisione di Paula Carbini) è realizzato dall´associazione "Nottenera", gruppo di soggetti locali nel quale confluiscono l´associazione TiVittori, il Comune di Serra de´ Conti, la Pro Loco, il Coro "Francesco Tomassini", il Circolo Legambiente "Verdeacqua", con il sostegno di Assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona.

INFO Nottenera - www.nottenera.it; 334.9278804

Ingresso Unico 5 euro. Ingresso Gratuito fino a 14 anni.

Un servizio di Bus Navetta sarà attivo per tutta la serata collegando il centro storico dai principali punti di confluenza a Serra de' Conti. Per le modalità di partecipazione agli spettacoli (talloncino, prenotazione, ecc) è necessario e raccomandabile informarsi bene al Punto Info.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-08-2012 alle 14:20 sul giornale del 22 agosto 2012 - 666 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, nottenera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CZu