Ombrelloni chiusi per protesta, O.A.S.I. Senigallia non aderisce all'iniziativa

Oasi Confartigianato 3' di lettura Senigallia 02/08/2012 - Con la presente siamo a comunicare che O.A.S.I. Confartigianato NON figura tra gli organizzatori dell'iniziativa di protesta di venerdì 3 agosto p.v., indetta come noto da altre associazioni di categoria.

Lo sciopero consisterà nel - NON GARANTIRE - il servizio di apertura degli ombrelloni fino alle ore 11.00 del mattino.
Abbiamo parlato con il Presidente Nazionale Giorgio Mussoni e con il Responsabile di O.A.S.I. Confartigianato Pesaro, i quali ci hanno confermato per esempio che nella Provincia di Rimini, ove gli operatori sono tutti associati ad O.A.S.I., non ci saranno scioperi.
Stessa cosa per Gabicce, Fano e Marotta.

L’unica eccezione sarà Pesaro dove, per evitare una rottura del fronte balneare (Confartigianato-CNA), O.A.S.I. aderirà allo sciopero ribadendo però mediante un proprio volantino la propria posizione.

La nostra posizione in merito alla "vertenza rinnovi" è stata, ormai, ampiamente illustrata nel corso delle precedenti riunioni (tra cui l'Assemblea Nazionale e quella Provinciale di Pesaro) e proviamo a riassumerla così:

- L'Unione Europea ha, purtroppo, di recente, ribadito, in modo netto ed inequivocabile, proprio agli organizzatori dello sciopero di venerdì che non è possibile derogare all'applicazione della direttiva "Bolkestein".
Di conseguenza, al momento, l'unica strada che abbiamo per mantenere le concessioni è rappresentata dal Decreto Legislativo che il Governo italiano si accinge a predisporre, in attuazione della Legge 217/2011 e con il quale saranno definiti i criteri di assegnazione delle concessioni.

- O.A.S.I. Confartigianato e le altre Associazioni che hanno organizzato lo sciopero, stanno proprio attendendo di essere convocate dai Ministri competenti per concertare il nuovo testo di legge.
Si tenga conto che il Governo ha già manifestato, per bocca dei Ministri, l'intenzione di fare una legge che tuteli le concessioni demaniali preesistenti.

Ci sembra pertanto strategicamente poco intelligente attaccare, con lo sciopero, lo stesso Governo al quale stiamo chiedendo di predisporre un testo di legge, utile a rimediare ai disastri creatici da parte dell'Unione Europea.

- Inoltre la manifestazione del 3 agosto, oltre ad avere sbagliato interlocutore perchè diretta contro il Governo e non contro l'Unione Europea, è già stata e sarà strumentalizzata dalle grandi imprese balneari del centro-sud associate a SiB Confcommercio e a FIBA Confesercenti e che, come noto, operano su beni pertinenziali.
Queste grandi imprese balneari hanno fatto prevalere, all'interno delle loro Associazioni, l'esigenza di attaccare il Governo piuttosto che l'Unione Europea proprio perchè al Governo hanno già presentato un Disegno di Legge autonomo con il quale chiedono il RADDOPPIO del VOSTRO canone al fine di vedersi diminuito sensibilmente (almeno del 900 per cento) il LORO.

- Il problema, non ci stancheremo mai di dirlo, è sempre quello: si attacca il Governo, strumentalizzando una questione importantissima come quella dei rinnovi, per costringere lo stesso a ridurre gli aumenti dei canoni pertinenziali, ma lo fanno sulla pelle delle piccole imprese balneari come le vostre, alle quali sarebbe imposto, secondo le loro richieste, il RADDOPPIO dell'attuale canone.

Pertanto l'orientamento di O.A.S.I. Senigallia è quello di NON ADERIRE all'iniziativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2012 alle 19:03 sul giornale del 03 agosto 2012 - 565 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, oasi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Cq8


Teo Romagnoli

03 agosto, 10:36
Una VERGOGNA tutta europea oltre 30.000 famiglie e micro imprese sbattute in strada da leggi studiate per favorire le lobby del turismo. A discapito della tradizione marinara, abituamoci al bagnino rumeno, albanese,sottopagato ed a complessi enormi ed inpersonali. Accidenti all' europa ladrona che ruba ai poveri per regalare ai ricchi!




logoEV
logoEV