Piano provinciale delle Attività estrattive, Casagrande: 'Approvato l'iter per la procedura di Vas'

patrizia casagrande 1' di lettura Senigallia 01/08/2012 - Di intesa con i sub commissari prefettizi, il commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande ha approvato ieri mattina, 1 agosto, l’assoggettabilità del Piano provinciale delle Attività estrattive alla procedura di Valutazione ambientale strategica (Vas).

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che aveva rilevato la mancanza di alcune cartografie e di conseguenza azzerato l’intera procedura, nel maggio scorso, il documento non era stato approvato nell’ultima seduta del consiglio provinciale di Ancona a causa dell’assenza del numero legale.

“Un atto dovuto e necessario – afferma il commissario straordinario – per completare il Piano provinciale delle Attività estrattive, interrotto dalla sentenza del Consiglio di stato, e dare risposta ai fabbisogni previsti dalla pianificazione regionale. Va ricordato che tale delibera aveva già avuto il via libera della giunta provinciale e della commissione preposta.

Per quale motivo avremmo dovuto sospendere l’iter, considerato che tra le funzioni attribuite al commissario c’è anche il compito di assicurare la continuità dell’attività amministrativa?”. La delibera costituisce anche un segno della massima attenzione rivolta dalla Provincia di Ancona a Monte Sant’Angelo e a tutto ciò che esso rappresenta nella memoria storica del territorio.

“È un atto – continua la Casagrande – che oltre a renderci adempienti verso gli obblighi di legge, garantisce in primo luogo la massima tutela del sito individuato. Al di là delle soluzioni auspicate, il nostro dovere è giungere democraticamente a decisioni che vanno a vantaggio di tutto il territorio”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2012 alle 16:58 sul giornale del 02 agosto 2012 - 344 letture

In questo articolo si parla di attualità, patrizia casagrande esposto, ancona, patrizia casagrande, attività estrattive





logoEV
logoEV