Scontro tra auto e moto, centauro in ospedale

La Kawasaki dopo l'incidente 1' di lettura Senigallia 29/06/2012 - Erano circa le 20:30 di venerdì quando una Kawasaki si è scontrata con una Mercedes in via Verdi. La moto ha sbandato continuando a correre per alcune decine di metri e si è schiantata contro una Seat parcheggiata poco più avanti.

La Mercedes, che stava uscendo da un passo di via Verdi, si è trovata davanti la Kawasaki che procedeva per via Verdi a velocità molto sostenuta. Inevitabile lo scontro che in realtà è stato un piccolo urto. Il centauro però ha perso il controllo del mezzo ed è caduto dopo circa 20 metri andando a scontrarsi contro un'auto in sosta.

Il conducente della Mercedes, P.L. senigalliese, è rimasto illeso mentre il centauro è stato portato all'ospedale di Senigallia. Le sue condizioni non sarebbero preoccupanti tanto che il personale medico non ha riservato la prognosi.

Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti i Vigili Urbani di Senigallia.








Questo è un articolo pubblicato il 29-06-2012 alle 21:40 sul giornale del 30 giugno 2012 - 9242 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, polizia municipale, vigili del fuoco, incidente stradale, 118, sudani scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/A1R


Marco Fiorani

30 giugno, 12:42
Io avrei qualche riserva sull'articolo, o meglio su come è stato scritto. Se la moto procedeva in via Verdi e la macchina usciva da un passo privato, io non scriverei "La Mercedes, che stava uscendo da un passo di via Verdi, si è trovata davanti la Kawasaki che procedeva per via Verdi a velocità molto sostenuta." Piusttosto mi sembra più giusto dire che la Kawasaki, che procedeva a velocità molto sostenuta lungo via Verdi si è trovata davanti la Mercedes che usciva da un passo privato, probabilmente senza che chi guidava quest'ultima si fosse ben assicurato che la strada fosse libera.

Probabilmente si. Da notare però la velocità del tutto sproporzianata della moto. Nella prima foto puoi vedere la distanza tra il luogo dell'impatto e dove si è fermata la moto.
Non possiamo in questa sede stabilire le colpe s enon facendo ipotesi, e quello che immagino io dopo essere stato sul posto è un concorso di colpa da parte di entrambi.

maurizio

30 giugno, 23:10
mi sembra che i motociclisti non ti sono simpatici..tre articoli e su tutti e tre il motociclista va sempre a forte velocita'.Dire che le automobili non guardano quando escono da passi privati noo? mi sembrate un po' di parte contro i centauri.....come al solito anche voi che dovreste essere neutri non lo siete affatto..Complimenti!!

Maurizio, se scriviamo che i centauri vanno a forte velocità è perché così è riportato nel referto delle forze dell'ordine, noi non inventiamo nulla.

la strada è molto stretta....fatta in modo assurdo, pericolo costante per tutti.

iride ronca

01 luglio, 11:35
Desidero fare una piccola osservazione è sicuro che chi fa notizia molte volte dovrebbe essere super parte nell'informare,ossia non facendo una valutazione personale ma ben si essendo obiettivo (non mi riferisco al caso nello specifico ma in generale). Per quanto riguarda i centauri vorrei sottolineare un particolare rilevante secondo il codice della strada voi siete un mezzo di trasporto come lo è la macchina e superare sulla destra o sulla sinistra quando si ha una moto tra le mani porta sempre a delle conseguenze. Nel caso specifico via verdi è pericolosa anche quando transitano le biciclette perché è stretta a causa dei parcheggi laterali e delle uscite private...si dovrebbe ridisegnare la viabilità! Per finire ragazzi io sono mamma usiamola una più consapevole prudenza.grazie




logoEV
logoEV