Chiaravalle: incontro fra i segretari di circolo del Pd provinciale per un nuovo modello di sviluppo

Partito Democratico 3' di lettura Senigallia 13/06/2012 - Dopo le recenti amministrative è oramai cominciata la fase finale e più importante della legislatura. Dopo anni di bugie e di cattivo governo della destra, nel mezzo di una drammatica crisi economica e di un’altrettanto grave crisi politica, il PD ha deciso di mettersi in gioco, al servizio del Paese prima per salvarlo dal disastro incombente e poi per organizzare tutte le forze politiche, sociali, civiche e individuali disponibili a mobilitarsi per una ricostruzione democratica, civile ed economica in Italia e per realizzare quella alleanza tra i progressisti europei che può determinare un cambiamento reale nelle politiche dell’UE.

Il cammino verso le elezioni politiche sarà impegnativo, sfidante. Il tempo che manca all’appuntamento con le elezioni politiche del 2013 sarà scandito da ostacoli e difficoltà. Ma non ci sono dubbi: tocca al PD il compito di realizzare le condizioni per il cambiamento. A tal proposito si terrà giovedì 14 giungo a Chiaravalle (presso l’Isola) alle ore 21 l’Assemblea provinciale dei Segretari di Circolo del PD, in preparazione di quella nazionale del 23 giugno a Roma.

A convocare l’Assemblea il Segretario provinciale Emanuele Lodolini, secondo il quale, il cammino che attende il PD nei prossimi mesi dipende per larga parte dall’impegno dei Circoli, perché è a partire dal territorio che la politica e la società possono e devono darsi la mano per ottenere l’apertura di una nuova fase e lanciare la sfida del PD per il cambiamento.

Quella di Chiaravalle sarà, altresì, l’occasione nel corso della quale il Segretario provinciale Emanuele Lodolini insieme a Emilio D’Alessio, responsabile del progetto, presenteranno l’iniziativa “LA BUONA POLITICA”. Un’iniziativa che ha come premessa la consapevolezza che il territorio della provincia di Ancona non è stato risparmiato dai morsi della crisi. Il tessuto economico locale è stato posto di fronte a sfide che richiedono una riflessione su un nuovo modello di sviluppo per il futuro del territorio. Molte delle conquiste economiche e sociali della provincia, a partire da un’alta qualità della vita e da una forte coesione sociale, sono state messe in discussione dai cambiamenti economici degli ultimi anni. Saranno due i filoni di discussione. Il primo riguarda la scelta sul modello di sviluppo, il ruolo della cultura e dell’ambiente nella nostra economia, le prospettive infrastrutturali. Il secondo considera invece il modello di governo del territorio, anche in vista della prossima riorganizzazione delle competenze provinciali. Di fronte ad una inevitabile riforma dell’organizzazione dello stato il PD non può combattere una battaglia di retroguardia.

Il PD della provincia di Ancona discuterà in maniera seria ed aperta raccogliendo contribuiti individuali e collettivi. Nelle assemblee di circolo, nella stampa locale nel nostro sito e nei social networks, il PD sarà presente nelle prossime settimane per riflettere e raccontare la propria idea di sviluppo, di governo e di progresso. E’ una nostra risposta anche al diffuso sentimento antipolitico. Perché se la politica sembra spesso inerme di fronte a scenari dominati dall’economia e dalla finanza, resta per sé l’unica garanzia affinché i cittadini possano esprimere le proprie posizioni e vedere rappresentati i propri diritti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2012 alle 15:20 sul giornale del 14 giugno 2012 - 479 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ak3





logoEV