Corinaldo: la CNA porta le richieste delle imprese ai candidati

2' di lettura 29/04/2012 - Sabato pomeriggio la CNA in assemblea con oltre 50 imprenditori locali ha avuto un confronto costruttivo e sereno con i due Candidati, chiedendo attenzione per la salute dei cittadini, per la tutela del territorio e per le imprese locali.

La CNA ha invitato i candidati ad intervenire con forza nel fronteggiare il lavoro irregolare, di sensibilizzare le banche nell’erogazione del credito, di contenere le imposte locali attraverso l’ottimizzazione delle spese dell’apparato comunale e la ricerca di economie di scala con i comuni limitrofi.

La Cna saluta i due Candidati ringraziandoli per aver soddisfatto in entrambi gli incontri le aspettative delle imprese riassunte nella piattaforma sindacale illustrata nell’assemblea di sabato pomeriggio presso la residenza municipale.

Scontato e doveroso il diniego delle imprese netto e perentorio al progetto turbogas e altrettanto deciso l’appello a risolvere quanto prima il problema dei cattivi odori provenienti dall’impianto di compostaggio prospiciente la discarica. La Cna ha ribadito la necessità di lavorare insieme per scovare e sanzionare le sacche di illegalità lavorativa e con la stessa enfasi si è soffermata sulla necessità di riservare un occhi di riguardo alle imprese locali nelle attività, nei servizi e negli appalti stabiliti e condotti dall’ente pubblico. Sia Morganti, che Principi hanno manifestato la volontà di impegnarsi nel contenere la tassazione locale, imu, addizionali, tarsu e per agevolare tale volontà la Cna ha chiesto di tenere sotto controllo i costi dell’apparato amministrativo e dirigenziale comunale, tentando sinergie e collaborazioni con le amministrazioni confinanti per razionalizzare le spese comuni, liberando risorse da investire nel territorio.

Inoltre delle 780 partite iva del territorio, di cui il quasi il 40% artigiani, hanno invitato due candidati a farsi promotori ed interpreti di una politica sana, retta, onesta e responsabile, capace nella fattispecie di interloquire con determinazione e risolutezza con gli altri livelli istituzionali per far valere le ragioni della loro comunità e verso le banche per stimolare l’erogazione del credito alle imprese, agevolando ciò con interventi di sostegno all’avvio di nuove attività, misure già in essere che saranno ulteriormente potenziate.

Infine la Cna ha proposto di siglare un patto con i comuni nel versante marino, montano e pesarese, per condividere ed implementare reciprocamente le potenzialità turistiche dei vari territori, un patrimonio che se promosso in maniera unitaria potrebbe allungare le permanenze ed intercettare meglio i flussi turistici internazionali, con ricadute redditizie per l’intero tessuto economico.


Il Presidente della Cna di Corinaldo
Renzo Tarsi

Il Segretario di zona
Massimiliano Santini








Questo è un articolo pubblicato il 29-04-2012 alle 15:37 sul giornale del 30 aprile 2012 - 686 letture

In questo articolo si parla di lavoro, cesare morganti, corinaldo, cna senigallia, renzo tarsi, massimiliano santini, matteo principi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yp5





logoEV