'Senigallia Città Sicura': oltre 200 interventi in centro con la vigilanza privata

Senigallia Città Sicura 2' di lettura Senigallia 10/04/2012 - Oltre 200 interventi su allarmi in 6 mesi di servizio di vigilanza d'area, nel centro storico, grazie al progetto 'Senigallia Città Sicura' di Cna sostenuto da oltre 150 attività al fine di salvaguardare l’interesse imprenditoriale in campo e il bene comune.

Il servizio di vigilanza d'area, in questo caso del centro storico, che prevede un controllo capillare e continuativo delle pertinenze aziendali con una macchina dell'Istituto di vigilanza Fitist Security durante le ore notturne- spiega il segretario Cna Massimiliano Santini- ci ha permesso di tutelare il centro storico e garantire maggiore sicurezza sia in tema di ordine economico che sociale”.

“Senigallia Città Sicura”, progetto pilota esplicato attraverso un raccordo sinergico con le forze dell’ordine del territorio, che hanno risposto con puntualità, tempestività ed efficacia, ha prodotto un sensibile riscontro in ordine alla segnalazione di atti vandalici su suolo pubblico, ai danni dell’arredo urbano e della pubblica illuminazione, richiamando altresì l’attenzione dei Vigili del Fuoco per le necessarie attività di ruolo e sollecitando l’intervento di mezzi del Pronto Soccorso cittadino per soccorrere ed assistere ogni manifestazione dei deleteri effetti dell’abuso di alcolici.

Il progetto pilota- continua Santini- ha dato un segnale positivo alla città, ai turisti e ai commercianti che si sono impegnati ad aderire nonostante il periodo particolare”. “Ci auguriamo quindi che le adesioni aumentino e che arrivino anche dalle altre associazioni di categoria”- aggiunge il presidente Giovanna Curto. “Essendo un'esperienza positiva e consolidata- fa eco Otello Gregorini, direttore provinciale Cna- ci auspichiamo che possa essere ripetibile in altre città attraverso un lavoro comune tra associazioni. A tal proposito stiamo sviluppando il progetto 3C con Confartigianato e Confcommercio”.

Sicurezza rafforzata dalle telecamere installate nei punti nevralgici cittadini dall'Amministrazione che ha creduto nell’iniziativa fin dall’inizio del percorso organizzativo. “Senigallia è sempre stata una città tranquilla, libera e accogliente. In un periodo di criticità in cui si generano facilmente atti vandalici -conclude l'assessore Paola Curzi- è bene lavorare insieme, nel rispetto delle proprie competenze per garantire sicurezza e accoglienza ai turisti e ai residenti”.








Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2012 alle 17:14 sul giornale del 11 aprile 2012 - 1286 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, senigallia città sicura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xAj





logoEV