Amministrative, PD: 'Per il bene dell'Italia si riparte dai comuni'

elezioni comunali o voto 2' di lettura Senigallia 04/04/2012 - Ripartiamo dai Comuni per ricostruire l’Italia: è lo spirito con cui il Partito Democratico tanto a livello nazionale quanto locale affronterà la campagna elettorale per le amministrative del 6 e 7 maggio. Il Pd ha già dimostrato di mettere l’Italia prima degli interessi di partito. Ora, con le elezioni amministrative, c’è l’occasione di far ripartire dalle città e dai comuni la riscossa civica della quale c’è bisogno nel paese.

Anche per questo – commenta il Segretario provinciale PD Emanuele Lodolini – le amministrative a Jesi e Fabriano, in particolare avranno anche una valenza nazionale. Si tratta di un appuntamento importante che se a livello nazionale chiama al voto quasi 9 milioni di italiani, in provincia di Ancona interessa più di 80 mila abitanti. Un test significativo per il nostro territorio, dunque. Ai cittadini di Jesi, Fabriano, Rosora e Corinaldo chiediamo di scegliere sindaci e amministrazioni che indicano come priorità la solidarietà, il civismo, i servizi e il welfare per le famiglie.

Per noi sono Melappioni a Jesi, Sagramola a Fabriano, Marchetti a Rosora e Principi a Corinaldo. A Jesi e a Fabriano gli elettori troveranno la lista del Pd, ma a Corinaldo e Rosora il PD ha svolto un prezioso ruolo aggregatore, con liste civiche legate ad esperienze politiche o amministrative locali. Equa ripartizione dell’IMU, allentamento del Patto di Stabilità e maggiore attenzione alle politiche a favore degli Enti Locali saranno i temi su cui il Pd incalzerà il governo in queste settimane. E intanto rivolgiamo un invito agli amministratori del centrosinistra già eletti nei comuni della provincia di Ancona di partecipare alla campagna elettorale per le amministrative come esempio di buon governo, di attenzione e vicinanza agli elettori in un momento critico dei rapporti cittadini-politica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2012 alle 14:58 sul giornale del 05 aprile 2012 - 1434 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, jesi, corinaldo, ancona, fabriano, pd, Rosora

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xnG


Se il PD sostiene di aver svolto un così proficuo ruolo di "aggregazione" come si spiega il fatto che uno dei suoi più illustri esponenti a livello proviniciale, cioè il signor Antonietti Luciano, per le amministrative di Corinaldo non appoggi apertamente il cadidato sindaco del centro sinistra Matteo Principi?? Il signor Antonietti non ha MAI partecipato ad una riunione del gruppo corinaldo democratica, ha abbandonato la sua candidatua alle primarie gettando fango sul PD corinaldese, e anche adesso che è iniziata la vera e propria campagna elettorale non sostiene apertamente il candidato Principi, creando così un possibile vantaggio per il suo avversario, senza voler pensare a scenari più inquietanti. Trovo totalmente incoerente che un così alto esponente del PD resti anche solo imparziale in questa campagna elettorale, dove si gioca tutto su di un centinaio di voti. Chiedo quindi prima di tutto spiegazioni al PD sul comportamento di uno dei suoi rappresentanti, e chiedo che si esprima in merito alla vicenda. Per concludere dico solo che, da Giovane Democratico, sono rimasto molto deluso su come è stata gestita tutta la vicenda delle amministrative corinaledesi dallo stesso PD provinciale, ma spero che attraverso valori come la trasparenza e la coerenza,questa situazione venga risolta.




logoEV