Imu: la Città Futura appoggia il sindaco Mangialardi

La Città Futura 3' di lettura Senigallia 19/03/2012 - E' stato pubblicato una lettera aperta al Sindaco, a firma della Segretaria del PD di Senigallia, Elisabetta Allegrezza. Nel merito l’articolo sollevava la questione, già oggetto di riflessione, insieme ad altre, in seno alla maggioranza di centro sinistra, dell’IMU sugli immobili cosiddetti strumentali e cioè su quei fabbricati posseduti e utilizzati dai soggetti economici (società o imprese individuali) per lo svolgimento della loro attività imprenditoriale.

Negozi, laboratori, magazzini e alberghi che rappresentano veri e propri “strumenti” di lavoro per le imprese cui appartengono. Il tema posto insomma era quello di una preoccupazione reale e condivisibile per un ulteriore aggravio economico a carico di imprese molto spesso in difficoltà a causa della presente congiuntura economica. Quello che però è apparso singolare, al punto di indurci a formulare questa riflessione, è stato il metodo scelto dalla segreteria del PD. Singolare ci appare il fatto che il più grosso partito della maggioranza di governo cittadino abbia scelto per dibattere questo tema non la naturale sede di una delle riunioni di maggioranza che si tengono di frequente per esaminare, alla presenza degli assessori competenti, le diverse pratiche amministrative, ma la stampa locale.

Ciò ci appare bizzarro in quanto le decisioni in tema di tributi locali, tra cui appunto l’IMU, sono state assunte da una amministrazione in cui il PD rappresenta il partito cardine, sono state ampiamente discusse con i capi gruppo di maggioranza prima e con tutta la maggioranza poi, nella riunione del 5 marzo, senza che da parte del PD venisse formalizzata una precisa richiesta del tenore di quella che poi abbiamo letto sulla stampa. E tale richiesta avrebbe ben potuto essere presentata, argomentata ed eventualmente accolta, visto che quella che il Sindaco Mangialardi e l’Assessore Paci avevano presentato in maggioranza era una proposta suscettibile di essere modificata, integrata e migliorata, tanto più perché non ancora formalmente deliberata dalla Giunta. Dispiace che il dibattito sia stato spostato dall’ambito di una maggioranza che ha sempre dimostrato grande capacità di coesione, pur nella vivacità del confronto, ai media. Certo questi garantiscono maggiore visibilità, ma le lettere aperte le scrive chi non ha la possibilità di farsi ascoltare diversamente non chi ha tutte le occasioni e gli strumenti per far valere le proprie ragioni all’interno di una coalizione in cui rappresenta il partito di maggior peso.

Noi de La Città Futura pensiamo che in un momento così difficile per il nostro paese e per la comunità cittadina sia indispensabile che le forze politiche esercitino il proprio ruolo con la massima responsabilità. Il primo esercizio di responsabilità consiste nell’esplicitare con chiarezza il fatto che se si alleggerisce il carico fiscale per alcune categorie è necessario aggravarlo per altre. I sacrifici che si dovranno richiedere a cittadini ed imprese sono infatti imposti dalla necessità di far fronte alla drastica riduzione dei trasferimenti erariali senza tagliare i servizi di cui la nostra città ha bisogno. La proposta formulata dalla Giunta è equilibrata e improntata ad un principio in cui La Città Futura si riconosce pienamente: chi più può, più deve contribuire. Solo così infatti diventa possibile non “pesare” sui meno abbienti, aumentare le detrazioni sulla prima casa, aumentare la no tax area dai 12.000 ai 15.000 euro e così via. Infine: il confronto con i diversi portatori di interesse (sindacati, associazioni di categoria, ecc.) è ancora in corso di svolgimento.

E’ un confronto aperto da cui potranno emergere contributi e proposte migliorative. Pensiamo sia indispensabile ascoltare prima le ragioni di tutti e poi fare una sintesi che, certamente, potrà portare anche alla introduzione di alcune modifiche. Noi de La Città Futura siamo pronti a fare responsabilmente la nostra parte.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2012 alle 22:21 sul giornale del 21 marzo 2012 - 988 letture

In questo articolo si parla di politica, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wGK





logoEV
logoEV