Curva della Penna: pronta la riqualificazione. Prorogati i termini per i cinque ambiti

1' di lettura Senigallia 26/10/2011 -

Proroga da quattro a sei mesi per i cinque ambiti di riqualificazione previsti dal piano Cervellati. Il piano di recupero del centro storico introduceva le riqualificazioni di cinque aree urbane ora in degrado come via Baroccio, l'area ex Ferri, il bastione di via Rodi, la curva della Penna e l'ex arena Italia. Progetti per i lavori avrebbero dovuto essere avviati dalle rispettive proprietà entro il prossimo 4 novembre, pena la decadenza del progetto.



Ad oggi però solo le riqualificazioni di via Rodi e dell'ex Nirvana sono partite e così la Giunta, nell'approvare il progetto esecutivo della curva della Penna, ha concesso anche una proroga dei tempi di avvio dei lavori da quattro a sei mesi. In ogni caso però tutte e cinque le riqualificazioni dovranno essere ultimate entro il 4 novembre 2015.

“La riqualificazione della curva della Penna prevede la realizzazione di una rotatoria al posto del semaforo e di 49 parcheggi pubblici grazie ai 2 milioni di euro di opere pubbliche -spiega il sindaco Maurizio Mangialardi- è previsto inoltre il recupero secondo Cervellati del palazzo Sbriscia Ferretti mentre all'ex villa Baviera (di proprietà privata ndr) saranno realizzati 34 alloggi di cui il 15% da destinare a edilizia residenziale pubblica”.

“Stiamo parlando di un'area ora in degrado ma di grande importanza strategica -aggiunge l'assessore all'urbanistica Simone Ceresoni- la nuova rotatoria inoltre fluidificherà il traffico presentando un nuovo ingresso da est alla città”.Il progetto della riqualificazione della curva della Penna è stato curato, per il comune, dall'architetto Stefano Ciacci.



...

...

...

...

... ... ...





Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2011 alle 17:12 sul giornale del 27 ottobre 2011 - 3399 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, cervellati, curva della penna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qST


Proprio non mi piace questo progetto. Le rotatorie rendono semplicemente impossibile la vita a pedoni e ciclisti.
Pazienza per i pedoni, ci sono i passaggi sotterranei, almeno per chi ha il coraggio di percorrerli, ma per i ciclisti sarà un ulteriore peggioramento della percorribilità e della sicurezza di Senigallia.




logoEV