Amianto: la bonifica senza il rispetto delle norme sulla sicurezza

1' di lettura Senigallia 17/10/2011 -

Bonifiche dall'amianto eseguite senza il benchè minimo rispetto delle norme sulla sicurezza, nè degli operai nè della salute dei cittadini. E' questo l'allarme lanciato lunedì mattina da alcuni residenti di via Raffaello Sanzio, infuriati per come sono state eseguite delle operazioni di bonifica di una capanna in un'area privata.



I residenti delle zone limitrofe hanno protestato con gli operai che stavano eseguendo le operazioni di rimozione di lastre di eternit dal tetto di un capanno. Oltre al fatto che gli operai non hanno indossato le dovute protezioni, i residenti hanno lamentato la dispersione di fibre di amianti nell'aria circostante.

"Un fatto molto grave", lamentano i residenti e che non sarebbe un caso isolato. Sulla scia anche delle numerose ordinanze emesse nelle scorse settimana dal Comune che giustamente intimano ai privati di rimuovere manufatti ritenuti pericolosi contenenti amianto, pare che negli ultimi tempi molti privati ricorrerebbero a metodi fai-da-te per le operazioni di bonifica, affidandosi cioè a manovali e non a ditte specializzate in quanto "troppo costose".








Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2011 alle 21:15 sul giornale del 18 ottobre 2011 - 3342 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, amianto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/qvA





logoEV