Al via la 21esima Fiera Campionaria: una passeggiata fra 120 espositori

Senigallia 18/08/2011 -

Come da tradizione, dal 20 agosto partirà la 21esima edizione della Fiera Campionaria di Sant'Agostino. Dieci giorni, fino al 30 agosto per passeggiare tra 130 espositori dislocati su una superficie di 8mila mq.

 



La location è sempre quella nei pressi dello stadio “G.Bianchelli”, “una zona – fanno sapere da Expo Marche, che si occupa dell'organizzazione della fiera – che si adatta perfettamente alle esigenze degli espositori e dei circa 50mila utenti che ogni anno visitano gli stand”. A giocare un ruolo importante per questa manifestazione, che dal 1991 anno del suo esordio, è diventata una realtà sempre più grande e importante, è sicuramente anche la sua vicinanza con la tre giorni della fiera di Sant'Agostino. “La campionaria è una delle poche realtà che non ha sentito troppo la crisi – spiega Michela Fioretti, direttore dell'Expo Marche – perché è un mix vincente di vari fattori”. Oltre ai numerosi turisti presenti in città ad agosto, la campionaria ha, infatti, il ruolo di “lanciare” la fiera che si svolge gli utimi giorni dle mese al centro della città.

“I visitatori di solito – dice Tazio Gregorini, responsabile tecnico dell'Expo Marche - visitano la fiera campionaria e poi, gli ultimi tre giorni, si concentrano sulle bancarelle del centro, anche se l'anno scorso questo calo di presenze nell'ultimo periodo non si è registrato”. Un dato che conferma il successo di questa manifestazione, nata a margine della più nota fiera di Sant'Agostino, ma che negli anni si è sempre più specializzata fino a diventare una realtà “molto importante soprattutto in un momento di crisi economica come questo, dove le aziende tagliano su molte spese ma alla fiera non rinunciano” dice Gregorini. Infatti, le aziende che chiedono un proprio spazio espositivo non mancano, tanto che è necessario ogni anno fare una selezione. “Il criterio scelto è quello di favorire produttori della zona – spiega la Fioretti - e di non inserire troppe aziende che presentano lo stesso prodotto”.

I settori rappresentati sono comunque molti: dall'abbigliamento all'arredamento, dai cosmetici ai condizionatori, dagli infissi al giardinaggio fino alla regalistica e ai sistemi di sicurezza. Quest'anno su 130 espositori, 100 sono della regione Marche, 70 della provincia di Ancona e ben 40 di Senigallia. Accanto a produttori affezionati, che da anni non mancano di affittare il proprio spazio espositivo (uno stand base di circa 12 metri costa 1,200 euro), quest'anno saranno presenti alcune novità importanti. Insomma “non la dobbiamo identificare come la fiera dei bomboloni” dice il responsabile tecnico, anche se la gastronomia avrà un ruolo importante. Confermata e ampliata, infatti, la “Via del gusto”: un percorso culinario tra specialità marchigiane e prelibatezze tipiche di molte regioni d'Italia, quest'anno anche due new entry: Toscana e Sardegna.

Tante le proposte e i padiglioni, ma con un occhio di riguardo per gli abitanti della zone e la viabilità. Così, per evitare ingorghi sarà attivo il servizio bus navetta gratuito continuato che partirà da Villa Torlonia, Ciarnin e Cityper in direzione dello stadio. Inoltre il parcheggio del polimabulatorio, in via Campo Boario, sarà occupato solo nel pomeriggio e via Campo Boario e via dello Stadio saranno chiuse al traffico.








Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2011 alle 15:37 sul giornale del 19 agosto 2011 - 873 letture

In questo articolo si parla di cultura, Giulia Serenelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ow3





logoEV