Conclusa la rassegna di cinema 'Niente da capire', dedicata alle scuole secondarie

niente da capire 3' di lettura Senigallia 27/05/2011 -

Si è conclusa l’edizione 2011 di “Niente da capire”, dodicesimo appuntamento di una rassegna di cinema dedicata alle scuole secondarie di secondo grado e in particolare al biennio.



Il progetto si è ancora una volta proposto l’obiettivo di discutere e far discutere con i ragazzi, attraverso l’arte cinematografica, sui temi legati alla condizione adolescenziale e giovanile, alle relazioni tra pari, con i genitori, alle relazioni amorose, al loro punto di vista sul mondo.

Quest’anno “Niente da capire” è stato inoltre legato ai temi dello sballo positivo, il progetto sulla sicurezza che da un anno si sta declinando in diverse manifestazioni, nei luoghi e nelle piazze della città. Oltre 500 ragazzi di 21 diverse classi del Liceo “Perticari”, dell’Istituto professionale “B. Padovano”, dell’Ipssart “Panzini” e dell’Istituto Tecnico “Corinaldesi” hanno visto assieme quattro film: La 25a ora, Fucking Amal, Paranoid Park e In un mondo Migliore.

Ne hanno poi discusso dopo la proiezione con il supporto di operatori, sociologi e psicologi, per sintetizzare in una presentazione finale ognuna delle mattinate passate insieme. I ragazzi coinvolti hanno anche prodotto dei cartelloni che verranno affissi in città nelle piazze che ospiteranno il progetto sballo positivo durante la prossima festa della musica.

Questi cartelloni, unitamente ai video delle presentazioni, sono stati pubblicati sul blog del progetto niente da capire: http://nientedacapire.wordpress.com. Il blog rappresenta uno strumento importante per condividere e documentare il percorso fatto e restare a disposizione anche dei futuri partecipanti, così come è possibile vedere tutte le rassegne e la documentazione sui film proposti.

Sullo stesso blog si trovano anche le valutazioni dei ragazzi, alcuni loro commenti e le proposte che essi hanno presentato il 18 maggio scorso al Teatro “La Fenice” davanti agli Assessori Campanile e Schiavoni, competenti in materia di politiche giovanili e alla città sostenibile, il primo, e alla pubblica istruzione e cultura, il secondo.

È stato questo un momento importante, perché nel corso del progetto si è inevitabilmente discusso di partecipazione e cittadinanza, di cosa fosse lo sballo positivo, di cosa cambiare nelle modalità di fruizione della città e delle strutture per adolescenti e giovani, ma anche di quale sia la visione della sicurezza e dell’uso di sostanze da parte dei ragazzi, per scoprire il livello di condivisione e quindi capire quale possa essere la consapevolezza delle opportunità e dei rischi nella loro vita.

Nel corso della mattinata sono stati presentati il video sballo positivo, realizzato con i materiali raccolti nelle interviste fatte dai ragazzi e rimontate da Mirco Rinaldi, e gli altri progetti che vedranno la presenza di sballo positivo: il Festival Hip Hop dall’1 al 4 giugno, lo School party previsto per il 2 giugno, la rassegna Arena Rock il 12 giugno e la Festa della Musica dal 19 al 21 giugno.

Nel corso dei vari eventi verranno distribuiti i gadgets del progetto: magliette e pennette usb che hanno caricato il video sballo positivo (http://sballopositivo.wordpress.com).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2011 alle 10:44 sul giornale del 28 maggio 2011 - 602 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ljN





logoEV