Blitz contro gli anarchici a Firenze, coinvolto anche il senigalliese Sergi

polizia 1' di lettura Senigallia 05/05/2011 -

C’è anche un senigalliese tra gli anarchici arrestati dalla polizia a Firenze ed accusati di associazione a delinquere, occupazione abusiva di edifici pubblici, imbrattamento e danneggiamenti.



Vittorio Sergi, 33 anni, nato a Senigallia e residente a Firenze, si trova agli arresti domiciliari e risulta tra le 22 misure cautelari, tra cui 19 toscani, un nuorese e un napoletano, emesse dalla procura ed eseguite dalla Digos coordinata dalla Direzione centrale della polizia di prevenzione. Gli anarchici farebbero riferimento al centro "Spazio liberato 400 colpi" e sono accusati di una serie di danneggiamenti ai bancomat di numerosi istituti di credito fiorentini e sabotaggio dei sistemi di videosorveglianza cittadini.

L'indagine coinvolge 78 persone, tra i venti e trenta anni di età. Devono rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla istigazione a delinquere, occupazione abusiva di edifici pubblici, danneggiamento, deturpamento e imbrattamento di beni immobili, resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e violenza privata.

I provvedimenti cautelari emessi dalla procura fiorentina riguardano cinque persone che sono agli arresti domiciliari mentre gli altri sono stati sottoposti ad obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I fatti contestati risalirebbero allo scorso autunno, anche in occasione delle manifestazioni universitarie contro la riforma Gelmini.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2011 alle 17:20 sul giornale del 06 maggio 2011 - 2226 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, francesca morici, firenze, anarchici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kqn