Castelleone: ampliamento della discarica, aggiornamento del protocollo d'intesa

discarica 3' di lettura 03/05/2011 -

Nel Consiglio Comunale del 28 aprile 2011 l’Amministrazione Comunale di Castelleone di Suasa ha approvato un aggiornamento del protocollo d’intesa con il Comune di Corinaldo per l’ampliamento della discarica sita nella località San Vincenzo.



Un protocollo già approvato nella seduta del 30 ottobre 2009 dove si concordava con il Comune di Corinaldo uno studio di fattibilità tecnico-economico per l’ampliamento della discarica. Questo studio si è poi trasformato in un vero e proprio progetto preliminare che è stato sottoposto in conferenza dei servizi, il 27 gennaio 2011, agli organi competenti. L’esito è stato favorevole e da qui la necessità di aggiornare il protocollo d’intesa per indire una gara per individuare dei tecnici per il progetto definitivo.

Fin qui i fatti. Adesso passiamo alle bugie dell’opposizione, ovvero alla non conoscenza (ignoranza) dei fati e dei documenti (non letti) dell’opposizione. Il Consigliere Brunetti fa una confusione terribile sugli ettari dell’ampliamento. I quattro ettari erano riconducibili solo a rifiuti “speciali non assimilabili” e non all’ampliamento complessivo la cui superficie si è rivelata solo “dopo” lo studio di fattibilità – progetto preliminare.

Il Consigliere Cuicchi oltrepassa ogni limite sulle inesattezze:
1) Non è vero che è stato affidato un incarico non previsto dal protocollo perché il protocollo non prevede e non può prevedere questo;
2) Non è vero che è stato approvato il progetto esecutivo perché non sono stati individuati nemmeno i progettisti (dove sta Cuicchi?);
3) Cuicchi non ottiene risposte perché non le chiede agli Uffici Comunali;
4) Tutti i rilievi tecnici e sanitari sono (e saranno) fatti nel quadro generale della progettazione dagli organi competenti;
5) Cuicchi dovrebbe ricordare che in un programma elettorale di qualche anno fa il suo “Movimento Insieme per Castelleone” aveva previsto una costruzione sul territorio di Castelleone di Suasa di una discarica ex novo (quando si dice la coerenza e la costanza dell’azione politica).

Rimane da aggiungere che l’Amministrazione Comunale ha coscienza dell’assunzione di responsabilità che i due Comuni stanno prendendo verso l’impiantistica delle discariche per scongiurare, nel futuro, qualsiasi emergenza. La popolazione è cosciente ed informata già da un anno e mezzo, sulla volontà dell’Amministrazione, tramite il bollettino natalizio del 2009. Non era previsto nel programma elettorale semplicemente perché non era, allora, prevedibile un simile progetto. Non ci piace dirle, a noi, le bugie. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di garantire, per i prossimi decenni, una tranquillità finanziaria dovuta agli utili derivanti da questa attività.

Tutto questo dovrà avvenire nella massima trasparenza nel quadro di una gestione pubblica. L’obiettivo delle “Minoranze unificate” è quello di dire sempre NO a tutti i progetti presentati dalla maggioranza, nella speranza, sempre più remota di ricavarne utili elettorali. E’ da tempo che i Castelleonesi, che hanno le antenne dritte, si sono accorti di questa politica di “bassa” lega.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2011 alle 18:28 sul giornale del 05 maggio 2011 - 1411 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, attualità, comune di castelleone di suasa, discarica, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kkJ