Ostra: a teatro torna l'opera buffa

2' di lettura 26/04/2011 -

Sta per concludersi la stagione teatrale al Teatro Comunale “La Vittoria” di Ostra. Fitto di appuntamenti, che hanno attraversato i generi più diversi, il cartellone ha offerto al pubblico la possibilità di godersi serate di prosa, concerti, letture di grandi classici, galà d’operette, presentazioni di libri e di cd.



Sabato 30 aprile, alle ore 21.15, tornerà l’opera buffa, riprendendo un filone inaugurato lo scorso anno, in occasione dei 350 anni dalla nascita del musicista Giovan Battista Pergolesi. L’iniziativa era stata pensata anche come una opportunità per avvicinare un pubblico sempre più vasto alla musica lirica, proprio attraverso la mediazione dell’opera buffa, con i suoi contenuti giocosi, il recitativo facilmente comprensibile e la presenza anche di parti recitate. Il gradimento mostrato dal pubblico, che ha partecipato numeroso e attento alle tre serate, apprezzando il clima coinvolgente creato da un’orchestra che suona dal vivo e interagisce con i cantanti professionisti, ci ha spinto a rinnovare l’appuntamento anche quest’anno.

Il 30 aprile andrà in scena “Il Campanello dello Speziale”, di Gaetano Donizetti, che ha firmato musica e libretto. La vicenda racconta di un matrimonio combinato tra la giovane Serafina (il soprano Marta Torbidoni) e l’anziano speziale don Annibale Pistacchio (il basso Roberto Ripesi). Nonostante i numerosi tentativi di impedire il matrimonio da parte di Enrico (il baritono Davide Bartolucci), innamorato della ragazza e da lei ricambiato, la data delle nozze viene fissata. Don Annibale, però, potrà trascorrere con la sposa soltanto la prima notte di nozze: poi dovrà assentarsi per un lungo periodo, a causa di improrogabili impegni di lavoro. E qui scatta il piano di Enrico: impedire che il matrimonio sia consumato, così da avere poi tutto il tempo per tentare di farlo dichiarare nullo. Gli fa buon gioco una prescrizione di legge, che impone agli speziali, pena il carcere, di rispondere alle chiamate notturne. Manco a dirlo, quella notte il campanello dello speziale non trova riposo: gli avventori più improbabili, con i malanni più strampalati, sembrano essersi dati appuntamento….

Sul palcoscenico, accanto ai cantanti lirici, anche due giovanissimi: Nicole Fiscaletti, nel ruolo di Rosa, e Daniele Api, nei panni di Spiridione. A fare da corona ai protagonisti, il Coro da camera “F. Marini” di Ancona per la prima volta ospite del Teatro di Ostra. La musica è affidata ad una orchestra di fiati ed archi, diretta dal maestro Luigi Marinelli. La regia è curata da Gianluca Ricciotti. Per info e prenotazioni contattare Fototecnica Ubaldi (07168079)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2011 alle 17:02 sul giornale del 27 aprile 2011 - 681 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di comune di ostra, ostra, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j3L