Chiude il vecchio casello: Mangialardi, 'Deroghiamo al blocco del traffico'

Maurizio Mangialardi 3' di lettura Senigallia 12/04/2011 -

Una settimana di casello autostradale chiuso e per quella che si preannuncia una settimana di fuoco sul fronte della viabilità, il Comune è pronto ad una deroga del blocco del traffico. Il progetto della terza corsia Autostradale, che per Senigallia vuol dire anche realizzazione di due bretelle complanari che collegheranno nord-sud la città, inserisce di fatto il primo tassello.



Quello del nuovo casello “ribaltato” verso l'entroterra. I lavori gestiti da Società Autostrade sono ormai agli sgoccioli e l'inaugurazione è fissata per le ore 10 di giovedì 21 aprile. Da stasera a mezzanotte però il “vecchio” casello sarà chiuso per sempre. E nell'attesa dell'aperta del nuovo imbocco, la città dovrà sopportare quello si preannuncia un ingentissimo carico di traffico. Soprattutto di mezzi pesanti. I veicoli infatti provenienti da sud dovranno necessariamente uscire al casello di Ancona Nord e quelli provenienti da Pesaro saranno costretti ad abbandonare il tratto autostradale a Marotta. Tutti i mezzi poi transiteranno attraverso la città percorrendo la statale con inevitabili disagi e rallentamenti. Per non creare ulteriori problemi, il sindaco annuncia una deroga al blocco del traffico, prorogato con apposita ordinanza dal 31 marzo al 30 aprile.

“Purtroppo durante i giorni di chiusura del casello autostradale non abbiamo altra scelta -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- una deroga alle limitazioni della circolazione per i mezzi pesanti e quelli pre-euro senza filtro particolato è inevitabile”. Da stanotte dunque partiranno i lavori conclusivi che interesseranno le rampe di svincolo tra l’autostrada e la nuova stazione. Gli automobilisti saranno informati tramite i pannelli a messaggio variabile situati lungo l’autostrada Adriatica, sul sito internet www.autostrade.it, la pagina 649 del Televideo e le notizie diramate da Isoradio. Alle 10 del 21 aprile poi si alzeranno le sbarre del nuovo casello e la cerimonia di inaugurazione il traffico veicolare riprenderà regolarmente. Una cerimonia, organizzata da Anas e Società Autostrade, che vedrà la presenza dell'Amministrazione Comunale, dei rappresentanti della Provincia e della Regione.

“Con il nuovo casello raggiungiamo il primo obiettivo concreto legato al più ampio progetto in cui rientra la complanare ed è quello di liberare un pezzo di città, quello di borgo Molino, dal traffico e dagli ingorghi -commenta Mangialardi- l'area del vecchio casello inoltre sarà utilizzata a servizio degli innesti alla complanare”. Sul fronte della complanare, i lavori starebbero procedendo anche in anticipo rispetto al cronoprogramma di Società Autostrade e il primo tratto, quello che va da Strada della Marina al nuovo casello, dovrebbe essere fruibile entro il primi mesi del 2012.

“Anche il secondo stralcio di lavori, quello che va dal nuovo casello al Ciarnin è iniziato bene -conclude il primo cittadino- in questo la tempistica del prosieguo dei lavori è legata all'andamento di due interventi importanti. Quello della sistemazione della galleria del Cavallo e del cavalcavia di Montignano. Com'è possibile vedere i lavori sono già partiti e la complanare dovrebbe essere interamente completata per il 2014”.






Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2011 alle 18:35 sul giornale del 13 aprile 2011 - 1738 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jyT





logoEV
logoEV