Giovanni Basili: l'ennesima vittima dell'amianto

a.l.a. 1' di lettura Senigallia 05/04/2011 -

Nelle ultime ore (lunedì sera alle ore 22,30) è deceduto Giovanni Basili, personaggio molto conosciuto a Senigallia per essere stato uno dei primi attivisti del locale sindacato Cgil.



Basili, 88 anni, era un ex dipendente della Sacelit di Senigallia e quindi per anni costretto a lavorare a contatto con l’amianto killer che tante vite umane ha tolto dalla terra. Da tempo era malato di asbestosi polmonare da amianto con apposito riconoscimento Inail, ed era costretto ad una vita da inferno.

Unica magra consolazione, quella di aver recentemente ottenuto un riconoscimento economico da parte della Sacelit, concretizzato attraverso la trattativa portata avanti dall’Ala. Purtroppo le morti da amianto saranno in crescita ed a detta di Istituzioni Sanitarie la curva arriverà sino al 2020 con il pericolo che verranno interessati anche soggetti che non hanno lavorato nelle fabbriche interessate.

I funerali di Giovanni Basili saranno officiati presso la chiesa parrocchiale di Cesano mercoledì 6 aprile alle ore 15. L’Associazione Ala a nome del presidente Carlo Montanari si unisce al lutto che ha colpito la famiglia, formulando le più sentite condoglianze.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2011 alle 17:34 sul giornale del 06 aprile 2011 - 2233 letture

In questo articolo si parla di attualità, amianto, a.l.a., carlo montanari, giovanni basili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jhu


Il cognome giusto è Basili o Carboni ?
Non che questo cambi, purtroppo, il contenuto dell'articolo ma per chiarezza.

Avevo spedito una seconda email con il cognome esatto BASILI e non CARBONI ,mi dispiace che non ti sia accorto.

Off-topic

Grazie Pinto della rettifica e scusa dell'incidente.




logoEV