Pdl: la sosta rapida non basta e finiamocela di criminalizzare gli automobilisti

Alessandro Cicconi Massi 3' di lettura Senigallia 15/02/2011 -

Continua a deludere profondamente l’azione politica della nostra amministrazione nel campo della sosta e della mobilità. Anche la marcia indietro annunciata in queste ore dalla giunta Mangialardi, in relazione alla sosta in piazza Saffi, per venire incontro alle esigenze dei commercianti, è un pannicello caldo, che non risolve assolutamente le gravi problematiche che la “geniale” decisione di chiudere la piazza al traffico ed alla sosta hanno prodotto al commercio sito nell’area coinvolta.



Posizionare “tre” stalli di sosta rapida, in prossimità dell’accesso dell’area ZTL, finalizzati, sia alla sosta delle auto di clienti, sia alla sosta del carico e scarico, è una vera presa in giro che non viene assolutamente incontro alle esigenze e preoccupazioni sollevate dai commercianti della zona, dopo l’istituzione della ZTL. Oggi Piazza Saffi si presenta vuota: non solo vuota di auto, ma anche vuota di persone; la cosa non è né bella, né positiva per la città. Sta a dimostrare l’impoverimento del centro storico, e la riuscita del progetto di “sterilizzazione” della zona centrale della città. Non so come l’amministrazione non si stia accorgendo di aver compiuto un colossale errore nel trasformare quell’area in zona traffico limitato.

Questa politica dei provvedimenti annunciati e poi ritrattati, delle soluzioni pasticciate e contraddittorie, degli errori a cui bisogna mettere pezze via via nel tempo, sta a denotare con evidenza, che tali provvedimenti vengono adottati da una regia che non ha il polso della situazione, ma che decide in totale solitudine, dentro gli uffici, senza consultare la popolazione. Se l’amministrazione, senza aver compiuto il solito blitz in materia di sosta e traffico, avesse aperto un confronti democratico con i cittadini: residenti, commercianti, lavoratori, genitori, oggi avremmo soluzioni condivise, certezza nelle norme e non questo deprecabile caos che con tutte le polemiche suscitate, soffoca ancor più il centro storico ed allontana sempre di più i cittadini.

Merita, inoltre, una replica, la consigliera del PD Simonetta Bucari, che, forse per deformazione professionale, bacchetta a destra e manca i cittadini, senza, invece, accorgersi che farebbe meglio a mettere un bel segno blu sui provvedimenti della giunta che sostiene. Mi chiedo come la stessa non si possa accorgere della situazione di enorme difficoltà che vivono tutti i giorni i genitori dei bambini che debbono portare i loro figli a scuola. Se oggi queste persone, che lavorano, magari anche molto lontano e che sono costrette in tempi contingentati e molto ristretti, non vedono di buon occhio le politiche di restrizione del traffico nei pressi delle scuole, non vuol dire che questi genitori siano da considerasi come orde di invasori spregiudicati ed avvezzi a violare le regole, ma credo sia dovere della politica dare risposte a persone stanche e esasperate per una situazione generale della mobilità cittadina. Non tutti si possono permettere di portare i loro figli a scuola o in bicicletta, non tutti vivono nella città “da mulino bianco” che Mangialardi, Ceresoni, Campanile e Bucari vorrebbero cercare di far credere.

Il PDL nei prossimi giorni avvierà una campagna di sensibilizzazione in tutto il centro storico per condividere con residenti, commercianti ed operatori soluzioni per la riorganizzazione della sosta e della mobilità in questa zona, proponendo in primis la prima ora di sosta gratuita per tutti i parcheggi blu della città.

Alessandro Cicconi Massi, Vice Presidente del Consiglio Comunale e Coordinatore Comunale PDL


da Alessandro Cicconi Massi
consigliere comunale Pdl




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2011 alle 20:48 sul giornale del 16 febbraio 2011 - 3662 letture

In questo articolo si parla di alessandro cicconi massi, politica, Popolo delle Libertà, pdl, Pdl Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hpx


Vero, in gran parte: però, limitatamente alla questione genitori che portano i figli a scuola, è un pò riduttivo.
Potrei ribadire che i genitori possono anche organizzarsi meglio e per tempo, come facevano i miei e come faccio io ora.
La politica potrebbe aiutare in altro verso: ad esempio io venivo portato a scuola anche presto, ma si poteva entrare e si attendeva in compagnia degli altri che aprissero le porte dei corridoi.
Ora invece in alcuni casi non so perchè sembra che si debba entrare tutti all'ultimo secondo.

Prima di parlare, venite entrambi (Daniele solo per curiosità) a farvi un giro all'entrata della Rodari o della Marchetti e vedrete delle vere e proprie scene da far west urbano.
A proposito, isole pedonali a tempo sistematicamente violate e nonni-vigili sbeffeggiati e ignorati.
I tempi sono contingentati caro Cicconi Massi perchè ci si sveglia all'ultimo momento, ma l'equazione un bambino una macchina nn può esere sostenuta oltre, dal momento che ci sono centinaia di alunni e quindi di macchine che affrontano quella zona alle otto del mattino.
A proposito anche stamattina un bell'incidente davanti alla Rodari.
I genitori devono capire che non si possono portare i figli nel banco con la macchina...

Non conosco il problema della Rodari e mi astengo nel commentare. Per quanto riguarda la scuola Marchetti se la strada venisse messa a senso unico con direzione nord-sud si avrebbe tanto spazio a disposizione per le auto dei genitori. Detta situazione va vista nell'ottica di un riordino generale del traffico urbano da me proposto ma sempre cestinato da chi di dovere. L'umiltà di ascoltare il cittadino non è di questa Amministrazione. Per tornare alle problematiche Piazza Saffi e scuola Pascoli immaginate il seguente scenario: Tratto via Leopardi dalla Penna a Largo Ancona senso inverso all'attuale dove al lato sud vi sono i parcheggi, al centro corsia di collegamento con gli attuali parcheggi Gioventù Italiana e Baviera dall'altro lato corsia preferenziale per bus e taxi con l'attuale senso. Va da se che da incrocio la Penna ritorna ad essere la vecchia Curva della Penna senza semafori. Il tutto sempre nell'ottica del mio piano bistrattato del traffico. Il solo traffico leggero lo si vedrebbe da largo Ancona alla Pesa Pubblica. Se vivere senigallia me ne da la possibilità ve lo faccio leggere per intero.
Leonardo Maria Conti

Quilly, hai mai provato a pensare che magari non tutti si alzano tardi ma c'è chi ha 2 o più figli che vanno a scuola in scuole diverse e sono costretti a fare i miracoli per arrivare in orario al lavoro ?
Tua figlia, con quello che succede e si sente dire in questi tempi, la lasceresti fuori dalla scuola da sola sapendo che è la prima ad arrivare ?

Ciò che stupisce è che commenti simili siano pronunciati da gente di 30 anni. Caro Cicconi Massi, le sfugge un particolare in tutto questo discorso: le persone MUOIONO per l'aria inquinata, ve lo volete mettere nella testa o no? Occorre smetterla di impostare le città per il solo uso e consumo delle auto. Le decisioni prese per conto della collettività vanno prese nell'interesse generale e non nell'interesse di una categoria di persone. Tra l'altro parlate senza vedere i fatti: piazza del Duca interdetta alle auto, rispetto a quando le auto vi circolavano,è piena di persone.


Le persone muoiono per l'aria inquinata?

Quando l'aria era "bona" e le macchine manco esistevano, la vita media di una persona era sì e no di 50 anni.

Adesso respiriamo e mangiamo merda, ma, chissà com'è, la vita media supera gli 80 abbondantemente.

W il progresso!

E allora parcheggiano la macchina al parcheggio del Campo delle Saline che dista dalla scuola appena cinquanta-sessanta metri e fanno fare i suddetti cinquanta sessanta metri al figlio da solo che passa sopra al marciapiede.
Mia figlia ha sei anni e fosse per me andrebbe a scuola a piedi da sola, ma anche quando la accompagno la lascio a cento metri da scuola e poi curvo a destra per portare l'altra all'asilo....
Sai qual'è il problema caro Wese (e qui quoto il signor Fratini) che non abbiamo più voglia di fare niente e confonidamo la libertà, con la libertà di fare come cazzo ci pare.
Anch'io sono libero di vivere in una città con meno fumi e smog e con meno auto ovunque che mettono in pericolo la mia incolumità e mi negano degli spazi.
Quale libertà conta di più?
La tua di farti i tuoi porci comodi fregandotene di impestare l'aria e di occupare spazi o la mia di vivere in una città più vivibile?

Se devo interagire con un coglione interagisco con due.....abbasso la testa e mi metto a chiacchierare con i miei....

Acc... ma non si era detto di pedonalizzare dal Ciarnin al Cesano e fino all'autostrada ?
Me ruga un bel pò campà sa st'aria inquinata fino a 90 anni !
Ed i figlioletti si educano fin dalla tenera età ad andare a piedi a scuola, soprattutto se devono fare qualche km, che gli fa tanto bene.
Va bè adè vag a marina finchè se pò sa la machina, st'estate andrò in campagna per non famme spaccà le palle dai ciclisti...

Qual'è la conclusione dunque? Che i gas del tubo di scappamento della tua auto fanno bene? Coerentemente con quello che dici perché non ci fai un pò di aerosol la sera prima di andare a nanna? Tanto è progresso no?
Sei un pelo andato fuori dal binario della discussione. Rimane il fatto che se da un posto togli le macchine, quel posto si riempe di gente. Pensi che i commercianti ed i locali di piazza del Duca tornerebbero indietro se gli venisse chiesto?
Farebbero circolare di nuovo le macchine?
Almeno un pò di onestà intellettuale di fronte ai fatti.

Sai che dispiacer.....




logoEV
logoEV