Belvedere Ostrense: paese scosso per la morte di Ambrosini. Il figlio, 'Una fatalità'

casa di Silvano Ambrosini 1' di lettura 09/02/2011 -

“E' stata una tragica fatalità”. Sono le poche parole usate da Morgan Ambrosini per commentare quanto accaduto al padre Silvano. Un intero paese sotto choc per la morte del 59enne, conosciuto in paese.



E come sempre accade in una piccola comunità tutta Belvedere Ostrense si è unita simbolicamente attorno al dolore dei figli, Morgan, trasferito da qualche anno a Marina di Montemarciano e Morena, 38 anni, residente a Belvedere, per l'improvvisa scomparsa del padre. I vicini di casa dei coniugi Ambrosini ricordano Silvano come un "uomo aperto, disponibile e spigliato" mentre descrivono la moglie, Daniela Ceccacci, come una "donna più introversa e riservata".

Per tutto il pomeriggio i due figli sono rimasti a casa dei genitori proprio alle porte del paese, poche decine di metri dopo il cartello d'ingresso a Belvedere. Un momento difficile in cui Morgan e Morena hanno voluto in tutti i modi sostenere la madre ma allo stesso tempo sostenersi a vicenda per la perdita del padre. Un pomeriggio in cui si è soprattutto cercato di capire che cosa sia successo veramente in quei pochi minuti.

E' soffocato, una tragedia" ha detto Morgan tra i primi ad ascoltare il racconto della dinamica dell'accaduta dalla madre- .Nostra madre ha cercato di salvare papà con un tentativo disperato ma non c'è stato nulla da fare. Il boccone andato di traverso lo stava già uccidendo." Fino a tarda serata una pattuglia dei Carabinieri è rimasta nell'abitazione di via San Martino per gli ultimi rilievi e per dare un conforto ai familiari.






Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2011 alle 23:55 sul giornale del 10 febbraio 2011 - 2379 letture

In questo articolo si parla di cronaca, riccardo silvi, belvedere ostrense, silvano ambrosini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/heT





logoEV