Ostra Vetere: conclusa la VII edizione di Pane, olio e fantasia

2' di lettura 29/11/2010 -

“Pane, Olio e…Fantasia”, il Festival dell’Olio di Ostra Vetere, arrivato alla settima edizione, si è svolto sabato 20 e domenica 21 novembre nel centro storico.



Due giorni all’insegna della degustazione enogastronomica, della musica, della storia, delle tradizioni e del territorio; una Mostra-Mercato di artigianato locale organizzata dalla Confartigianato; la cantina aperta dell’Associazione Pro Loco, stands dei prodotti tipici locali messi a disposizione di turisti e visitatori, che hanno dovuto però vedersela con la pioggia, che non ha abbandonato l’iniziativa organizzata dall’Amministrazione comunale e dalla Pro Loco con il patrocinio della Provincia di Ancona, del Coordinamento nazionale delle Città dell’Olio e delle Città del Pane e dell’Associazione nazionale I Borghi del Gusto, Una kermesse, che ha visto la partecipazione anche dei Comuni di Galatone (LE), Cerchiara di Calabria (CS), Fossacesia (CH), Lugo di Vicenza (VI), Offagna (AN), Poggio Bustone (RI) e Uggiano La Chiesa (LE), che hanno presentato i loro prodotti enogastronomici. Due giorni, quindi, dedicati alla valorizzazione del territorio, e non solo, con un ricco e nutrito programma di eventi.

Il tutto è stato condito da un corso di degustazione certificata dell’olio curato dell’Associazione OLEA, da un convegno sul settore agroalimentare e sull’olio e da una Degustazione ufficiale e certificata di assaggio di olio promossa dall’Associazione OLEA. Le Delegazioni delle città gemellate con i Gonfaloni e i Sindaci hanno sfilato per le vie cittadine accompagnati dalla musica della Banda cittadina diretta dal Maestro Filiberto Campolucci e nel pomeriggio uno spazio dedicato ai bambini con un laboratorio artigianale curato da “Sinfonie del colore e del ricamo” di Luciana Crescentini ha coinvolto anche i meno giovani nella kermesse dedicata all’olio. In serata, nonostante la pioggia, il concerto di musica tradizionale e popolare con il secondo Festival della Taranta curato dal Gruppo Aranée, direttamente giunto dalla Puglia, che ha suonato dal vivo la musica della “pizzica” sotto le logge del Chiostro di San Francesco.

“La pioggia non ha fermato la manifestazione – ha detto il Sindaco Massimo Bello – ed ha comunque dato la possibilità di promuovere i prodotti tipici locali, soprattutto l’olio e il pane. L’iniziativa è stata l’occasione anche per rafforzare il legame tra Ostra Vetere e le città gemellate, che hanno partecipato al Festival. Ora, l’11 e il 12 dicembre saremo ospiti a Fossacesia, in Abruzzo, ad un’altra interessante e significativa iniziativa enogastronomica per promuovere le nostre peculiarità alimentari e il nostro paesaggio.”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2010 alle 18:59 sul giornale del 30 novembre 2010 - 838 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, comune di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eVh