Serra de' Conti: assegnato il Premio per la Biodiversità

biodiversità 3' di lettura 19/11/2010 -

La Giuria del Premio per la Biodiversità nell’Agroalimentare delle Marche, istituito dall’Associazione Festa della Cicerchia e Slow Food Marche, composta dal Presidente dell’Associazione Festa della Cicerchia Silvano Simonetti, dal Sindaco di Serra de’Conti Arduino Tassi, dal Prof. Stefano Tavoletti in rappresentanza della Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche, dal Presidente Regionale Slow Food Marche Antonella Di Leo e da Massimo Bergamo, Fiduciario Slow Food Castelli di Jesi, ha deciso all’unanimità di assegnare la 5’ Edizione del Premio a Romualdo Cofani di Fabriano.



Romualdo Cofani gestisce un’azienda agraria di ampia dimensione che copre molti aspetti della produzione agricola, dall'allevamento alla trasformazione delle materie prime all'ospitalità turistica: una moderna realtà produttiva ed economicamente affermata, impiantata da poco più di vent'anni come una vera e propria scelta di vita, nella quale è coinvolta l'intera famiglia. Nell'azienda vengono coltivati -a conduzione biologica certificata-i foraggi, i legumi ed i cereali che alimentano il bestiame allevato in proprio; l'allevamento è articolato tra produzione biologica di bovini da carne, con particolare riguardo alla razza Marchigiana, di pecora fabrianese e di maiali selezionati in collaborazione con l'Università di Camerino; in azienda vengono trasformate le carni suine per la preparazione di salumi, tra i quali il Salame di Fabriano, Presìdio Slow Food, del cui Consorzio di Tutela Romualdo Cofani è un attivo esponente; la struttura agrituristica oltre al pernottamento ed alla fattoria didattica, offre un servizio di ristorazione basato in assoluta prevalenza sui prodotti aziendali, ricorrendo per la parte mancante esclusivamente ad altre aziende agricole, soprattutto locali; infine, Cofani è parte attiva in iniziative di vendita diretta attraverso strutture associate di produttori come “Campagna Amica” o “Mercato Coperto” a Fabriano.

Già questo parziale elenco contribuisce ad individuare l'azienda agricola di Romualdo Cofani come la dimostrazione pratica che la difesa attiva della biodiversità, l'integrazione tra attività agricola e territorio, la salvaguardia delle tradizioni e delle eccellenze agrogastronomiche non sono solo ipotesi di scuola o fantasie irrealistiche, ma costituiscono effettive possibilità di sviluppo per un’imprenditoria giovane e dinamica che sa attualizzare la tradizione e realizzare una moderna ed efficiente azienda nel rispetto della naturalità e delle diversità varietali, contribuendo efficacemente alla salvaguardia del patrimonio genetico vegetale ed animale. Il riconoscimento odierno premia in Romualdo Cofani e nella sua famiglia l’impegno, la costante e tenace passione che lo portano a studiare sempre nuovi progetti, il suo prezioso lavoro quotidiano di tutela e valorizzazione della biodiversità.

Il premio per la seconda volta consecutiva intende indicare l'esempio virtuoso di un imprenditore agricolo, nella moderna accezione del termine, che merita pienamente quella felice definizione “intellettuale della terra” coniugata da Carlin Petrini, Presidente di Slow Food Intarantional, per indicare gli autentici figli della “Terra Madre”. Il Premio per la Biodiversità nell’Agroalimentare delle Marche sarà ufficialmente consegnato Sabato 20 Novembre alle ore 12,00 a Serra de’Conti, durante il Convegno su “Tutela dell'ambiente e promozione della Biodiversità”, organizzato presso la Sala Italia, in piazza Gramsci, nell’ambito delle manifestazioni collegate alla 14’ edizione della Festa della Cicerchia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2010 alle 13:25 sul giornale del 20 novembre 2010 - 470 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, biodiversità, Comune di Serra de' Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ew1





logoEV