Scaloni: redditi degli amministratori, ancora molti i Consiglieri inadempienti

1' di lettura Senigallia 15/01/2010 - Solo 6 dei 31 componenti del Consiglio Comunale (30 Consiglieri più il Sindaco) hanno presentato i dati sulla propria situazione patrimoniale come richiesto loro a novembre.

Altri 6 lo hanno fatto dopo che il Presidente del Consiglio Comunale, Silvano Paradisi, ha spedito loro la formale \"diffida ad adempiere\", come previsto dal Regolamento comunale per la pubblicità della situazione patrimoniale dei consiglieri comunali e dei rappresentanti comunali in enti, aziende ed istituzioni operanti nell’ambito del Comune o da esso dipendenti e controllati”.

Passati i 30 giorni dalla prima richiesta, ora i Consiglieri hanno altri 15 giorni di tempo per sanare la posizione, scaduti i quali si dovrà procedere con la comunicazione pubblica,in Consiglio Comunale, delle inadempienze.

Della mancata pubblicizzazione dei redditi e dei patrimoni degli amministratori locali è stata informata la Procura della Repubblica di Ancona e, ancor prima, la Prefettura di Ancona.


Il Regolamento che la impone è stato violato per anni, almeno dal 2004. E i dati raccolti fino ad allora sembra non siano mai stati pubblicati: il Comune non ha ancora detto se ce li ha, e come poterli visionare. Le norme prevedono, invece, che ogni anno sia pubblicato un apposito Bollettino che raccoglie i dati sulla situazione reddituale e patrimoniale degli amministratori locali.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2010 alle 13:57 sul giornale del 16 gennaio 2010 - 3041 letture

In questo articolo si parla di marco scaloni, popinga, politica





logoEV