Monterado: riunione del PD della valle del Cesano sulla centrale turbogas

Partito Democratico Senigallia 10/12/2009 - Si è svolta il 9 dicembre a Ponte Rio di Monterado una riunione del Partito Democratico della valle del Cesano sul progetto di Centrale Turbogas che la Edison vorrebbe realizzare a Corinaldo, in una zona a confine tra la Provincia di Ancona e quella di Pesaro Urbino.

Alla riunione promossa da Cristian Mazzoni, Vicesindaco Monterado e componente dell’Esecutivo provinciale PD Ancona, erano presenti l’Assessore regionale Fabio Badiali, il Segretario provinciale PD Ancona Emanuele Lodolini, il rappresentante del PD di Pesaro Paride Prussiani, numerosi Sindaci PD della vallata: Gianni Diamantini, Massimo Lorenzetti, Fausto Conigli, Pietro Cavallo, i coordinatori di Circolo del PD e Consiglieri Comunali della valle del Cesano e della valle del Misa. Nel corso della riunione è stata ribadita la contrarietà del PD al progetto presentato dalla Società Edison, in quanto l’opera non risulta in alcun modo coerente con il Piano Energetico Ambientale Regionale approvato dalla Regione Marche.



Tale progetto contraddice le indicazioni, ormai riconosciute a livello nazionale ed internazionale, volte ad incentivare la diversificazione e l’uso delle fonti energetiche alternative e rinnovabili e di limitare invece l’uso di combustibili fossili. Il progetto andrà ad impattare pesantemente ed in maniera negativa con il valore paesaggistico dell’area caratterizzata dalla presenza di paesaggi agrari di interesse storico-ambientale che hanno portato il medesimo Comune di Corinaldo ad ottenere prestigiosi riconoscimenti e certificati di qualità turistico-ambientale. Il PDL non risulta credibile nelle affermazioni rilasciate dai suoi esponenti locali e regionali. Non credibile per le politiche governative che, in 12 mesi, hanno tagliato 1 miliardo di risorse alle politiche ambientali, a fronte del PD che, invece, ritiene opportuno individuare nuove prospettive di sviluppo, che assicurino un milione di posti di lavoro nei prossimi 5 anni. E ancora.



Non credibile per il fatto che il governo nazionale non si impegna nella riduzione dei gas serra e limita i progetti per le fonti alternative a fronte del PD che, invece, propone un sostegno allo sviluppo di un’industria nazionale nel settore delle energie rinnovabili. Il PDL, infine, non risulta credibile perché se a Corinaldo ci si dice contrari al progetto della Edison, a pochi km di distanza, Falconara Marittima, la maggioranza di centrodestra, come primo atto, stipula una convenzione con l’Api esprimendo parere favorevole alla realizzazione di due impianti per un totale di 580 MW. Ad oggi la Regione Marche, le Province di Ancona e Pesaro e i Comuni interessati si sono dichiarati contrari alla realizzazione dell’impianto di Corinaldo. Occorre però restare vigili e passare, quanto prima, dalle parole ai fatti con atti concreti che siamo sicuri, le istituzioni preposte, non tarderanno ad assumere. Gli Amministratori del PD hanno assunto l’impegno di adottare tutti gli atti necessari per fermare il progetto della Turbogas; hanno inoltre convocato per i prossimi giorni i Consigli Comunali in seduta straordinaria per far approvare specifici ordini del giorno ed osservazioni. Si è infine deciso di dar vita ad un coordinamento inter-provinciale del PD con i Sindaci della vallata, le due Province, la Regione, e i circoli PD, in modo da seguire con la massima attenzione tutti gli sviluppi che la vicenda avrà nei prossimi mesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2009 alle 17:19 sul giornale del 11 dicembre 2009 - 1239 letture

In questo articolo si parla di monterado, politica, corinaldo, partito democratico





logoEV