Pdl: Bugaro e Silvetti contro i \'dissidenti\' senigalliesi

1' di lettura Senigallia 18/04/2009 - I Coordinatori provinciali del PDL Daniele Silvetti (Coordinatore Provinciale nella foto) e Giacomo Bugaro (Vice Coordinatore Vicario) intendono stigmatizzare con decisione l’iniziativa pubblica di alcuni ex tesserati a FI e AN, che denunciano una sorta di casta degli eletti nel Comune di Senigallia.

Al contrario di quanto questi confusi signori affermano, il PDL a Senigallia è assolutamente unito in tutte le sue articolazioni ed ha stretto un forte rapporto di collaborazione politica con le espressioni civiche della città la cui collaborazione sta già dando risultati importanti in proiezione delle amministrative del 2010.


In questo quadro le prese di posizione di questi signori, sempre pronti a criticare ed a contestare, non rientrano nella nostra sfera di interesse anche, perché questa esposizione sbagliata verso l’esterno potrebbe dare l’immagine di un partito diviso e lacerato, cosa che assolutamente non è.


Per chi lavorano questi guastatori in erba? Certamente non per noi perché incompatibili ed incapaci rispetto ad un impegno politico serio, rigoroso e rispettoso anche delle gerarchie, a partire proprio dagli eletti gli unici ad avere un vasto e comprovato consenso democratico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2009 alle 16:41 sul giornale del 18 aprile 2009 - 3475 letture

In questo articolo si parla di politica, provincia ancona, giacomo bugaro, alleanza nazionale, pdl, daniele silvetti


Anonimo

Off-topic

PDL = Punteggiatura delle Liberta\'

Effettivamente... \"Anche, perchè\" la cultura è pregiudizialmente di sinistra, ma fare questi scivoloni!<br />
<br />
Alberto Bartozzi

I \"dissidenti\" saranno forse \"confusi\", ma quanto a \"guastatori\" gli eletti non hanno rivali.<br />
Intanto tocca ricordare che sono stati eletti in altri partiti (F.I.,AN,UdC e Liberi) e con 3 candidati a Sindaco e programmi diversi e concorrenti, quindi come possano rappresentare l\'odierno PdL è un mistero.<br />
Poi, l\'attuale PdL sarebbe costituito da pre-iscritti, in attesa (?) di vere iscrizioni e adesioni.<br />
I \"vecchi\" iscritti sono stati cassati e cancellati ed ora si è passati a circa il 10% del totale precedente : un bel risultato davvero !<br />
Il \"vasto e comprovato consenso democratico\" infine si riferisce alle vecchie liste, che non hanno mai superato un terzo dei voti espressi.<br />
La casta degli eletti perdenti.<br />

Manca del testo, nei commenti, o voleva essere proprio quello che si legge (?) il senso?