Da Senigallia a Kabul, l\'esperienza di Giovanni Lombardi

2' di lettura Senigallia 13/04/2009 - Un incontro, quello organizzato giovedì 9 Aprile dal Mezza Canaja, con l\'infermiere volontario di Emergency in Afghanistan Giovanni Lombardi che ha mostrato senza veli la realtà di Kabul spesso ignorata dai media italiani.


Giovanni Lombardi ha trascorso 6 mesi a Kabul come volontario in un\'ospedale di Kabul, raccontando la sua esperienza tramite il blog bindokabulbandi.wordpress.com. Insime a Sergio Boccia, anche lui volontario di Emercency, ha raccontato la realtà attuale della città di Kabul e di buona parte dell\'Afghanistan.

Il racconto, scevro da ogni retorica, parte dall\'esperienza e dalle impressioni personali ed ha come oggetto la realtà e la mentalità del popolo afgano, diversissimo da noi e di difficile comprensione, ma definito \"Un popolo stupendo\".

Grande parte del racconto è dedicata all\'ospedale di Emergency, dalle storie spesso agghiaccianti e crdude dei pazienti, ai prodigi che accadono all\'interno come l\'aiutarsi a vicenda di feriti di parti avverse che fino a pochi minuti prima, fuori da quell\'ospedale, si sparavano.

Una scommessa, quella del pacifista Giovanni Lombardi, andare disarmato in un luogi di guerra, vinta, perché \"gli afgani sanno distiguere gli amici\". I medici e gli infermieri di Emergency infatti potevano girare serenamente per le stesse strade dove i militari potevano andare solo con i mezzi blindati.

L\'introduzione di Nicola Mancini
8\'21\'\' - 7,6Mb
Il primo intervento di Giovanni Lombardi
28\'45\'\' - 26,3Mb (E\' anche nel video)
L\'intervento di Sergio Boccia
16\'21\'\' - 15,0Mb
Il secondo intervento di Giovanni Lombardi
25\'17\'\' - 23,2Mb
Le domande del pubblico del Mezza Canaja
50\'58\'\' - 46,7Mb








Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2009 alle 16:21 sul giornale del 14 aprile 2009 - 6391 letture

In questo articolo si parla di attualità, michele pinto, emergency, nicola mancini, afghanistan, giovanni lombardi, sergio boccia, kabul

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ui


Commento modificato il 13 aprile 2009

bellissima narrazione di un\'avventura incredibile e difficilissima: dare aiuto a gente che ne ha tantissimo bisogno e cercando al contempo di dare loro la serenità di cui hanno bisogno, per ci più ingraziandoseli pur essendo \"occidentali\", cioè persone che ai loro occhi stanno a significare 30 anni di guerra.<br />
Se solo penso a che meravigliorsa realtà potrebbe essere un Afghanistan pacificato (senza eserciti, intendo), mi viene un\'immensa tristezza.<br />
Non so che \"lavoro\" stiano facendo i nostri soldati laggiù, ma spero ci sia lo stesso mutuo rispetto e rapporto che le persone di Emergency hanno instaurato con la popolazione.<br />
Grande Giovanni!!!!




logoEV