Turismo, Confesercenti: offerte compatibili con le risorse delle famiglie

2' di lettura Senigallia 10/04/2009 - A Pasqua come di consueto anche la nostra città da il via alla nuova stagione turistica.

Quest’anno ancora molte incertezze gravitano sulla testa degli operatori, in primis la crisi economica che sta stravolgendo le abitudini delle famiglie italiane, la cassa integrazione che molti stanno subendo, la mancanza di risorse, tutto ciò ci fa pensare che dovremo modificare la nostra offerta e mettere in atto alcuni accorgimenti che ci permettano di rimanere competitivi in un mercato turistico distratto da tante offerte che arrivano in modo puntuale e capillare a chi ha intenzione di godersi una vacanza. Anche per noi diventa sempre più difficile essere competitivi nei confronti di una concorrenza così agguerrita.



E’ necessario quindi non uscire dal mercato del turismo con un’offerta per un soggiorno nella nostra città che non sia compatibile con le risorse finanziare a disposizione delle famiglie che gravitano attorno al nostra bacino di utenza. Purtroppo la non chiarezza in merito ai canoni demaniali, le continue promesse non mantenute dal Governo, hanno fatto si che a tutt’oggi le tariffe per un soggiorno sulle nostre spiagge non siano state nè concordate nè pubblicizzate nella maniera dovuta. Quanto il Governo (attraverso il sottosegretario al Turismo On. le Brambilla) ha con noi e con le regioni concordato per regolamentare il settore, è ancora un sogno da realizzare. La categoria non è riuscita a concordare a tutt’oggi la sua offerta complessiva.



In merito al Servizio di Salvataggio, la nostra città è stata capace a realizzare un progetto pilota che è stato in grado di dare lustro a tutto il territorio e sicurezza ai turisti ed ai cittadini stessi. Il comune e le associazioni ne sono parte integrante convinti che questa sia la strada da percorrere. Invitiamo chi di dovere come la Capitaneria di Porto a non pretendere in merito a questo servizio l’impossibile, perché ci sarebbe l’effettivo rischio che la categoria da sola non riesca più a sostenerne il peso. E’ facile scrivere quando sono gli altri a realizzare i progetti, noi invece invitiamo tutti gli interessati a recepire le risorse adeguate affinché un progetto valido possa avere la continuità che merita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2009 alle 18:49 sul giornale del 10 aprile 2009 - 1039 letture

In questo articolo si parla di attualità, confesercenti





logoEV