Un appello per salvaguardare il fratino

fratino femmina 2' di lettura Senigallia 08/04/2009 - Un appello per salvaguardare il Fratino (Charadrius alexandrinus), un uccello che nidifica in alcuni tratti di spiaggia del litorale senigalliese.


Lo Studio Naturalistico Diatomea, con il patrocino del Comune di Senigallia, ha avviato da due anni un progetto di monitoraggio delle coppie nidificanti di Fratino (Charadrius alexandrinus), specie protetta a livello internazionale, lungo il litorale senigalliese. Il Fratino, piccolo uccello limicolo migratore (sverna infatti in Africa), nidifica solitamente dove la vegetazione spontanea delle dune e della spiaggia riesce a resistere, deponendo due o tre uova mimetiche in piccole depressioni. Entrambi i genitori difendono strenuamente il territorio di nidificazione inseguendo ed allontanando gli intrusi, attirando i predatori su di sé fingendosi feriti.



Lo scorso anno otto coppie di Fratino si sono riprodotte con successo. Quest’anno, purtroppo, due covate sono già andate perdute per motivi da accertare: le cause possono essere naturali come la predazione da parte di Cornacchia grigia, gabbiani, ratti, ma anche antropiche come la distruzione dei nidi da parte di animali domestici (cani e gatti), pulizie dell’arenile, bagnanti più o meno cauti e la poca sensibilità di alcuni.



In questo periodo, con l’arrivo della bella stagione, la spiaggia è spesso meta di passeggiate in particolare durante il fine settimana. Con questo appello, pertanto, invitiamo a fare attenzione e a non calpestare i nidi dei Fratini attraverso l’adozione di un comportamento che non danneggi questa specie delicata: ad esempio nei tratti di spiaggia libera da Cesano alla Cesanella consigliamo di passeggiare sul marciapiede del lungomare o sulla battigia, evitando quindi di camminare tra la vegetazione della spiaggia, di tenere i cani al guinzaglio e di non allontanarsi dai camminamenti che dal marciapiede conducono alla battigia.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2009 alle 19:35 sul giornale del 08 aprile 2009 - 1345 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, senigallia, studio naturalistico diatomea