Un sopralluogo con gli operatori per la tutela delle dune

2' di lettura Senigallia 04/04/2009 - La tutela delle dune è stato l’argomento al centro di un sopralluogo effettuato ieri mattina dagli assessori comunali Simone Ceresoni (Ambiente) e Maurizio Mangialardi (Infrastrutture e Urbanistica) sul lungomare di levante, nella zona delle colonie, e al quale hanno partecipato anche il dott. Niki Morganti dello Studio Naturalistico “Diatomea” e i numerosi bagnini che esercitano la loro attività nell’area (quella per la precisione che va dal “Mezza Canaja” fino all’Hotel Diana).

L’incontro, da tempo programmato dall’Amministrazione Comunale, rientra nell’ottica di una iniziativa avviata in collaborazione con lo Studio “Diatomea” per riuscire a conciliare nel migliore dei modi la tutela delle dune con lo svolgimento dell\'attività degli stabilimenti balneari che insistono nella zona. L’obiettivo è stato insomma quello di confrontarsi assieme prima dell’inizio della stagione estiva per pianificare le migliori soluzioni in grado di garantire una convivenza tra la vegetazione naturale della zona in questione e la collocazione delle cabine e delle altre attrezzature da parte dei vari operatori.



A tal fine, pur consapevoli che non esiste una bacchetta magica ed esistono limiti nelle scelte attuabili da entrambe le parti, sia il dott. Morganti che i tecnici del Comune di Senigallia hanno presentato una serie di accorgimenti idonei per consentire la più ampia azione possibile agli operatori ma salvaguardando al tempo stesso le dune esistenti, che rappresentano un importante elemento paesaggistico del nostro litorale. Il sopralluogo si è svolto in un clima pienamente costruttivo e ha registrato l’apporto collaborativo di tutti i bagnini presenti, che hanno offerto piena disponibilità.



Da parte sua, l’Amministrazione Comunale si è impegnata ad attuare gli accorgimenti tecnici suggeriti – anche dagli stessi operatori – per tutelare nel migliore dei modi questa preziosa caratteristica del patrimonio ambientale senigalliese.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2009 alle 15:31 sul giornale del 04 aprile 2009 - 2435 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Già dimeticavo, come tutti gli anni è tempo di muovere interi camion di sabbia dalla spiaggia libera di ponente per portarla su quella di levante dove la gente che va al mare paga, succede da anni ma nessuno dice o vede niente, la spiaggia di ponente è diventata un buco, una depressione che si riempe d\'acqua ad ogni mareggiata, non c\'è più quella soffice sabbia dorata ma una sabbia compatta e piena di conchiglie, complimenti per la gestione, come sempre sacrifichiamo tutto per i soldi e lavoriamo solo per i signorotti che possono pagare 50 euro per una giornata al mare.




logoEV