Monterado: in manette il ristoratore spacciatore di cocaina

polizia 2' di lettura Senigallia 17/02/2009 - E\' considerato dagli investigatori uno degli spacciatori più attivi della zona. Dietro all\'insospettabile veste di ristoratore, si nascondeva invece il pusher che riforniva di cocaina l\'alta valle del Cesano.

In manette ieri mattina è finito Daniel Marinelli, 53 anni, titolare di un ristorante a Ponte Rio, accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. L\'arresto rientra nell’ambito di un’ampia operazione chiamata “Taxi”, riguardante un vasto traffico di sostanze stupefacenti sul territorio nazionale, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini, e condotta dalla Squadra Mobile, che ha eseguito 19 ordinanze di custodia cautelare in carcere.


Le esecuzioni, che hanno visto interessato, in particolare, le province di Milano, Verona, Pesaro e Rimini, hanno riguardato anche la provincia di Ancona. Infatti, nelle prime ore della mattinata, gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Ancona e del Commissariato di Senigallia, a Monterado hanno infatti tratto in arresto Daniel Marinelli, rintracciato presso la sua abitazione dove vive con la compagna e i suoi due anziani genitori.


Dalla perquisizione personale e domiciliare, i poliziotti hanno scoperto e sequestrato diversi grammi di cocaina. Il ristoratore è stato individuato come \"personaggio particolarmente attivo nello spaccio di cocaina nell’alta Valle del Cesano, con predilezione, quale fonte di approvvigionamento, per il mercato della riviera Romagnola\". Marinelli è ora nel carcere di Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Secondo gli inquirenti, gli spacciatori trafficavano almeno 2 chili di droga al mese comprandola direttamente dai produttori, ad un prezzo minore e guadagnando quindi di più. Sempre secondo gli investigatori al vertice dell\'organizzazione c\'erano Marco Angelini, pregiudicato riminese di 35 anni ritenuto il capobanda, Egisto Baldini di 40 anni di Morciano di Romagna e tassista della banda; Francesco Quieti, riminese di 37 anni, e Matteo Renzi, 38 anni di Riccione.


Tra gli altri arrestati figurano anche Cosimo Mastrogiovanni, sottoufficiale dei carabinieri di 39 anni originario di Lecce, in servizio a Castelbolognese (Ravenna) e residente a Morciano di Romagna (Rimini) e sua moglie Grazia Minottola di 37 anni. In manette sono finiti anche Maurizio Corti, 38 anni, Daniele Solleciti, 52 anni, Simone Ucchielli, 28 anni, Gilberto Santini, 38 anni, Alan Bovolotto, 34 anni, Daniele Gatti, 37 anni, Andrea Bianchi, 35 anni, Marco Lucarelli, 38 anni, Paolo Lorenzi, 38 anni, Gianluca Barletta, 38 anni, e Luca Gubbino, 29 anni.






Questo è un articolo pubblicato il 17-02-2009 alle 20:05 sul giornale del 17 febbraio 2009 - 3427 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli


ne de qua' ne' de la'

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV