Dedicato ai genitori che devono scrivere un figlio alla scuola primaria

scuola 1' di lettura Senigallia 07/02/2009 - Lettera aperta di una mamma di S. Angelo ai genitori che devono iscrivere un figlio alla scuola primaria.

Caro Genitore, capisco che scegliere la scuola dove iscrivere tuo figlio è un passo importante, sicuramente ti sarai guardato intorno e ti sarai reso conto che le proposte sono tante. Avrai consultato amici e insegnanti, ascoltando così pareri diversi. Ora sei chiamato a fare la tua scelta. Sono anche io un genitore, conosco la realtà scolastica di S. Angelo per l’esperienza avuta con i miei due figli: uno frequenta la scuola dell’infanzia e l’altro la scuola primaria.


E’ giunto anche per me il momento di fare una scelta ed io non ho dubbi: anche il più piccolo frequenterà le elementari a S. Angelo. Voglio anche per lui una scuola che, oltre ad offrire le opportunità educative di tutte le scuole, sia accogliente, a misura di bambino, con un numero adeguato di alunni. Infatti, in questo periodo di cambiamenti, di introduzione del “maestro unico” e del taglio delle compresenze, il numero degli alunni per classe fa la differenza.


Un altro punto di forza è la reale possibilità di avere un orario prolungato e una mensa che si avvale di una cucina interna e non del servizio catering. Da non sottovalutare, inoltre, l’aria salutare e l’atmosfera rilassante data dal paesaggio che spazia dai monti al mare. Se sono riuscita a fugare qualche dubbio, se anche tu credi che queste siano condizioni prioritarie per il bene di tuo figlio, scegli con me la scuola primaria di S. Angelo.


Una mamma di S. Angelo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 07 febbraio 2009 - 3097 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità


Provate a confrontare la massiccia produzione di depliant delle quattro scuole della nostra città che riportano, in maniera impeccabile, strutture, servizi e attività con la lettera di questa mamma di San Angelo che presenta con semplicità la scuola ai genitori.<br />
<br />
Perché mi sono affezionato alla scuola di Scapezzano dandole visibilità anche con iniziative avventurose (vd bollo auto)? Perché è l’unica che sia stata presentata con forza da genitori; ed è questo il maggior valore di una scuola: la presenza e la partecipazione dei genitori alla vita della scuola. Con questa lettera oggi mi piace molto anche la scuola di S.Angelo perché è stata presentata da una mamma. <br />
<br />
Alberto Di Capua

anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Laura

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Piera


I genitori devono essere sicuri, che la<br />
scuola sia al altezza dello studio.<br />
I ragazzi devono colaborare con i docenti,<br />
se un ragazzo, è svogliato in classe, e<br />
prende un castigo, e riporta alla mamma<br />
il disguido.. se il docente a sgridato<br />
al bambino, la mamma non deve rovinare<br />
il figlio, se il docente glià sgridato<br />
è così che si rovina i figli.<br />
Le mamme di oggi, rovinano i giovani figli<br />
e le generazioni, siaa bisogno di <br />
correzioni, in casa i ragazzi, si comportano<br />
bene, fuori di casa sono ribelli.<br />
la diferenza sifà distinguere.<br />
<br />