Paradisi: sui quadri, l\'Amministrazione è due volte colpevole

paradisis 3' di lettura Senigallia 22/01/2009 - \"Basterebbe leggere l’ultimo imbarazzante (e imbarazzato) comunicato dell’Amministrazione comunale per convincersi che siamo in mano a dei pressappochisti della politica e a dei dilettanti amministrativi\".

Il sindaco e i suoi, di fatto, si auto-accusano di essere incapaci di custodire delle opere d’arte, di non essere idonei a preservare la sicurezza di un antico palazzo comunale, di non essere in grado di gestire la custodia di una chiave di ingresso. Sul punto, nemmeno io ho alcun dubbio: il comportamento di lorsignori è trasparente e lineare. E’ chiaro per tutti che sono incapaci. Meno chiaro come possano prima dar ragione alla compagnia assicurativa che nega l’indennizzo per manifesta incapacità amministrativa di custodire i beni e poi rivendicare il fatto che il Comune “ha esercitato fino in fondo le facoltà e le iniziative a tutela del proprio patrimonio”.



Parole schizofreniche e insensate. Per riassumere: la compagnia Axa ha negato l’indennizzo denunciando l’incuria delle opere d’arte per colpa degli amministratori. Questi ultimi (che, è bene ricordarlo, hanno rinnovato tutte le polizze con la suddetta compagnia), da una parte sostengono che l’Axa ha fatto bene e quindi non c’era bisogno di contestare la propria decisione e reiterare la denuncia. Dall’altra rivendicano di aver agito tutelando ottimamente il patrimonio dei senigalliesi. I quali, evidentemente, vengono scambiati per indigeni analfabeti ai quali si possono raccontare tutte le balle possibili. A fronte di ciò, difendono la scelta di non aver reiterato la denuncia all’Axa facendo decorrere i termini di prescrizione per evitare un inutile dispendio di risorse (una raccomandata all’anno costa circa 3,60 euro: fossero queste le spese inutili!). Ma non è tutto. L’assessore Guzzonato, nella risposta fornita al sottoscritto, mette nero su bianco una grossolana bugia affermando invece che l’Amministrazione era ancora nei termini per rivendicare l’indennizzo.



Tutti contro tutti. Bugie su bugie. Spiegazioni che non fanno altro che scardinare l’ultimo brandello di credibilità che aveva questa Giunta. Ad ogni modo, è bene dire le cose come stanno. Perché delle due, almeno l’una: o l’Amministrazione è colpevole di aver abbandonato e lasciato alla completa incuria tutte le opere d’arte (di valore inestimabile, altro che 89 mila euro!) custodite al liceo Classico “Perticari”, oppure è colpevole di gravissima negligenza nei confronti dell’erario pubblico per aver fatto decorrere i tempi di denuncia nei confronti dell’assicurazione. Non so quale sia l’ipotesi peggiore. Dico la mia: l’Amministrazione è colpevole due volte.



Primo, perché, con la sciatteria di sempre, ha lasciato a se stesse quelle opere e se ne è fregata di controllare chi aveva le chiavi (bastava cambiare una serratura). E poi perché non ha giuridicamente contestato le risultante dell’Axa, frutto peraltro di una perizia estremamente superficiale e contestabile (lo stesso concetto giuridico di custodia non corrisponde al senso comune di tale espressione). Tanto alla fine, pagano i senigalliesi. Anche le nuove polizze dell’Axa.


da Roberto Paradisi
Liberi x Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 22 gennaio 2009 - 3538 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, liberi x senigallia, politica, roberto paradisi liberi per senigallia


Paradisi informati meglio, la nuova polizza opere d\'arte non se l\'è aggiudicata l\'AXA.

A Senigallia chiudono imprese artigiane e negozi, al centro per l\'impiego non c\'è l\'ombra di un offerta di lavoro e c\'è la fila di senigalliesi licenziati, la crisi del fabrianese e del suo indotto rischia di influenzare la prossima stagione turistica e su cosa si impernia la politica dell\'opposizione? <br />
Sul furto di alcune croste al liceo perticari!<br />
E\' proprio vero quando non si ha nulla da dire su un argomento si parla d\'altro.<br />
Meglio parlare di KaKà (si scrive così?) che del pil che calerà del 2%.<br />
Certo è che se la maggioranza è alla frutta, l\'opposizione (da una parte con la polemica sulle croste, dall\'altra con l\'inventarsi le intercettazioni telefoniche)e ormai all\'alcaselzer. <br />

Tutto questo baillame finirà una volta che si riuscirà finalmente a capire dove sono finiti: quadr icome quelli non dovrebbero passare inosservati, e oggi riescono pure a trovare quelli rubati in anonime chiese.<br />
Una volta scoperti sono proprio curioso di sapere chi sarà stato il responsabile, che è l\'unica cosa che al momento mi interessa (al di là del valore dei dipinti rubati/spariti/nascosti/trasferiti).




logoEV