77 persone si sono sottoposte allo screening per le patologie tiroidee

Infermieri 2' di lettura Senigallia 20/01/2009 - Sabato 17 gennaio 2009, dalle ore 8.30 alle ore 15.00, presso i locali di diagnostica ecografica dell’U.O. di Radiologia e Diagnostica per Immagini del Presidio Ospedaliero di Senigallia, si è svolta la prima “Giornata di screening per le patologie tiroidee” della Zona Territoriale 4 di Senigallia Organizzata dalle Unità Operative di Radiologia, Medicina e Chirurgia Generale, con il coinvolgimento di sei dirigenti medici.

Sono stati valutati tutti i pazienti che si sono presentati mediante anamnesi, esame obiettivo ed ecografia tiroidea. Sono stati visitati in totale 56 donne e 21 uomini per un totale di 77 utenti. Il 52% (40) di coloro che si sono presentati erano già a conoscenza di avere problematiche legate a patologie tiroidee, mentre i rimanenti 37 (48%) non avevano mai presentato sintomi specifici o eseguito accertamenti per malattie della tiroide. In questi ultimi sono state riscontrate problematiche legate alla ghiandola in 15 pazienti, cioè quasi nella metà dei casi (40,5%).


Si è ritenuto dare indicazioni per ulteriori esami (laboratoristici e/o strumentali) in 32 utenti (42%) e sono state date indicazioni a intervento chirurgico in 5 (6,5%). I dati rilevati, pur nei limiti di un’unica giornata con un numero di visite limitato, si ritiene significativo, in particolare per il riscontro di disfunzioni o patologie tiroidee nel 40% dei pazienti asintomatici, nel rilevo di necessità di approfondimenti (anche in pazienti con patologia nota, ma che avevano trascurato negli ultimo tempi le loro problematiche) nel 42% dei pazienti, e nella valutazione di 5 casi con necessità di terapia chirurgica. Uno dei dati peraltro confortanti è stato l’afflusso di persone che si sono presentate (77 in una mattinata).


Essendo la finalità principale di questa giornata la sensibilizzazione della popolazione verso le problematiche legate a patologie tiroidee e la volontà di far conoscere le potenzialità del nostro Ospedale sia per l’aspetto diagnostico che terapeutico delle malattie della tiroide, si ritiene che l’obiettivo sia stato raggiunto. Tutte le professionalità coinvolte si propongono di continuare ed implementare l’attività in questo campo, supportandola con ulteriori iniziative e collaborando in modo sempre più stretto con i medici di medicina generale allo scopo di facilitare l’iter diagnostico e terapeutico dei pazienti, per queste ed altre patologie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 20 gennaio 2009 - 1751 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, asur 4





logoEV