Antenna alle Saline: il comitato pronto alle vie legali

antenna saline 1' di lettura Senigallia 03/10/2008 - Non bastano le rassicurazioni fatte dall\'assessore all\'ambiente Simone Ceresoni. Il comitato del quartiere Saline conferma la sua contrarietà al traliccio di 39 metri che sarà installato all\'interno del parco urbano e annuncia nuove azioni legali.

Dopo il blitz dei consiglieri comunali del Coordinamento Civico e dei rappresentanti del comitato, l\'assessore all\'ambiente Simone Ceresoni aveva rassicurato sul fatto che il sito scelto \"è la soluzione migliore, con un inquinamento elettromagnetico prossimo allo zero\".


\"Il comitato è estremamente preoccupato e niente affatto rassicurato dalle parole di Ceresoni -afferma l\'avvocato Roberto Paradisi, legale del comitato- adesso il comitato procederà con nuove azioni legali sulle quali stiamo ragionando. Sia chiaro però che il comitato non è contro l\'installazione dei ripetitori ma di quel ripetitore con un impatto così devastante. Il comitato chiede solo il rispetto della legge che vieta l\'installazione di antenne all\'interno di parchi urbani e di cittadelle dello sport. Era stato proposto anche un sito alternativo, quello di Bosco Mio, ma l\'Amministrazione non ha tenuto in alcun conto la proposta\".


Il Tar aveva respinto la richiesta di sospensiva avanzata dal comitato motivandola con \"la mancanza di un pericolo imminente\", dato che i lavori lo scorso anno non erano ancora iniziati. Alle luce dell\'avvio del cantiere però il comitato sta pensando di procedere con ulteriori azioni legali.






Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 ottobre 2008 - 3887 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, antenna saline


Chissà se davvero tra le tante persone contro il palo di telefonia, preoccupate per la salute dei propri bambini, non vi siano alcuni di quei genitori che lasciano un cellulare ai bambini di età inferiore ai 13-14 anni, che stando a ricerche inglesi (notizie della settimana scorsa) sono i più delicati e sofferenti per colpa delle onde elettromagnetiche dei propri cellulari (e non delgi impianti di telefonia), quelli si pericolosi a quell\'età.

E\' vero: il ripetitore ha un <i>impatto devastante</i>.<br />
Soprattutto quando ci vai a sbattere contro in macchina.

Ecco.<br />
Già questo mi sembra un approccio più giusto.<br />
<br />
Se c\'è una legge che vieta l\'installazione di ripetitori in zone come queste (a prescindere dall\'impatto più o meno devastante) il ripetitore non si può mettere.<br />
<br />
Più che di tumori e di onde elettromagnetiche parlerei di illegalità.<br />

Off-topic

io suggerirei di regalare a Paradisi un dizionario dei sinonimi e dei contrari per fargli conoscere altri aggettivi oltre a \"devastante\"...




logoEV