Ostra Vetere: presentata la bozza

variante al prg 3' di lettura 30/09/2008 - Presentata venerdì scorso in una assemblea pubblica la bozza della Variante Generale al Piano Regolatore di Ostra Vetere e le linee guida della proposta.

La Sala Auditorium San Sebastiano gremita di pubblico per assistere alle relazioni del Sindaco Massimo Bello e dell’Architetto Nazzareno Petrini, che hanno illustrato le strategie generali d’intervento del nuovo strumento urbanistico. Presenti anche il Vice sindaco Daniele Api, l’Assessore all’Urbanistica Rita Aquili, l’Assessore Susanna Massi ed i responsabili dell’Ufficio Tecnico Comunale.


“Il nuovo Piano Regolatore deve diventare un nuovo strumento di programmazione e di gestione, ma soprattutto uno strumento di governo del territorio – ha esordito il Sindaco Massimo Bello – attraverso il quale l’Ente vuole creare nuove regole, nuove condizioni ed opportunità di sviluppo e di crescita del territorio.” “L’attuale Piano Regolatore – ha aggiunto il Sindaco – presenta dei limiti perché è stato disegnato solo per regolare lo status quo senza ipotizzare condizioni di sviluppo, iniziative importanti, di rilievo e di ampio respiro. Ora, occorre far fronte a questa situazione per aprire nuove possibilità di crescita della nostra realtà territoriale. Questa Variante Generale rivisita in maniera complessiva l’attuale strumento urbanistico per rispondere alle nuove esigenze, definisce uno strumento più dinamico e forte per renderlo competitivo con le altre realtà a noi vicine, crea risorse e libera energie per l’economia locale.” “Il nostro territorio – ha aggiunto il primo cittadino di Ostra Vetere –esprime valori e potenzialità da tradurre in una serie di opportunità che intendiamo, con questa Variante Generale, cogliere e sviluppare. Siamo partiti dalla comprensione dei meccanismi storici e recenti, che hanno determinato l’attuale assetto del territorio e abbiamo esaminato le reali esigenze attraverso un attento ascolto dei bisogni della nostra comunità. Da tutto ciò sono scaturite le proposte progettuali e la nuova pianificazione, che esprimono la volontà di reinterpretare il territorio ed i suoi paesaggi alla luce delle esigenze attuali e future.”


“Piccoli passi, ma concreti – ha continuato il Sindaco Bello – in quanto con questa Variante non intendiamo stabilire drastici divieti ed escludere ampliamenti, ma incentivarli nel rispetto dell’ambiente ed accrescere la riqualificazione dell’esistente.” La nuova Variante, di cui l’Amministrazione comunale sta preparando tutti gli atti per avviare l’iter procedurale di approvazione del provvedimento, prevede non solo quote incrementali di zone produttive e residenziali, ma anche un intervento di riordino e razionalizzazione degli assi viari che colleghino in modo più funzionale la grande frazione di Pongelli con il centro di Ostra Vetere. Il Sindaco Bello ha poi annunciato che la Giunta sta avviando anche le procedure per rivisitare il Piano Particolareggiato del Centro Storico visto che l’attuale risale oramai a più di vent’anni fa, individuando un percorso che esamini e studi una maggior valorizzazione del borgo, delle piazze, delle strade, dei giardini e dell’edilizia. “Stiamo pensando, e su questo abbiamo già avviato i primi contatti, di collaborare con una Università marchigiana –ha detto il Sindaco Massimo Bello – con quale imboccare una strada capace di dar vita ad un progetto serio, puntuale ed innovativo. Abbiamo già disegnato le linee d’intervento e nei prossimi giorni definiremo il percorso da intraprendere.”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 settembre 2008 - 1405 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, politica, comune di ostra vetere





logoEV