Gambelli: la maggioranza non rispetta le regole

giuseppe gambelli 3' di lettura Senigallia 30/08/2008 - \"Anche se un cittadino non fosse interessato e qualsiasi ospite di Senigallia fosse indifferente alla vita politica della città, questi ultimi giorni  sarebbe comunque attratto e incuriosito delle vicende amministrative che stanno infuocando il palazzo comunale\". 

Negli ultimi mesi la vita della Giunta e del Consiglio comunale sono all’insegna di colpi si scena, di oscuri giochi di potere e di lotte che stanno sfociando in liti violente e di consigli pubblici all’insegna delle peggiori bagarre di persone che hanno partecipato a festini pieni di alcol e trasgressioni. Non è pensabile che 60 anni di democrazia non abbiano insegnato nulla a quanti fanno politica a Senigallia! I tempi duri del confronto degli anni cinquanta e sessanta tra democristiani e comunisti non sono mai giunti a tanto! C’era, al di là della ideologia che non scherzava e non mollava, il rispetto dell’altro, dell’avversario e c’era il rispetto delle regole che governano una democrazia.


La segreteria comunale dell’UDC porta a conoscenza della città e denuncia all’opinione pubblica i comportamenti della maggioranza di sinistra che governa la città di fatto da sempre (oltre cinquant’anni di amministrazione di sinistra!) e che soprattutto negli ultimi otto anni (gestione Sindaco Luana Angeloni) è totalmente venuta meno al rispetto delle regole di una gestione nell’interesse della città e che oggi per giochi interni alla sinistra è solo peggiorata e sta mancando totalmente di rispetto alla convivenza civile ed alla vita sociale di Senigallia.


L’UDC denuncia alla città i comportamenti devianti del Sindaco Angeloni che assicura tutti di come ogni problema della città con la sua gestione abbia trovato risposte; denuncia altresì l’operato inconcludente della Giunta. Infatti da sempre sono e restano irrisolti i veri problemi di Senigallia: per primo l’occupazione (Senigallia ha il più alto tasso di non occupati nelle Marche), i turismo che da anni è in caduta libera perché non utilizza le vere potenzialità che la città ha, la viabilità mai affrontata e ora con la complanare e la variante corinaldese viene solo peggiorata, le abitazioni per le giovani famiglie che mancano, le carenti strutture di assistenza per i bambini (asili nido e asili), il caos edilizio con la febbre del mattone selvaggio che ha colpito la giunta, la gestione dei contratti e degli appalti, il problema dei rifiuti che con la differenziata ha gettato solo fumo negli occhi dei cittadini, la gestione del territorio, la finanza pubblica al collasso, per citare solo alcuni dei problemi. I cittadini non possono accettare che i consigli comunali diventino, come è avvenuto in questi ultimi giorni, luogo di risse furiose, di ricatti e di violenze mancando completamente di rispetto delle regole di una democrazia matura e chiedono un cambiamento radicale nella gestione del Comune.


L’UDC si fa portavoce del disgusto e della sfiducia dei senigalliesi e porta a conoscenza di tutti queste proteste per lo spettacolo indegno dato alla città ed ai turisti; L’UDC chiede che l’amministrazione abbia il coraggio di dimettersi lasciando ai cittadini le scelte per una nuova e diversa rappresentanza politica. L’UDC invita i cittadini a seguire più da vicino la vita amministrativa di questa amministrazione comunale per rendersi conto di quante malefatte ci sono state senza aver risolto i problemi seri della città ma di aver indebitato il Comune oltre ogni ragione logica, perché i problemi veri sono tutti rimasti irrisolti.


Giuseppe Gambelli
Osvaldo Sartini


da Giuseppe Gambelli
segretario Udc Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 agosto 2008 - 2027 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, udc, politica, senigallia


Lascio questo commento altrimenti i rappresentanti dell\'UDC rischiano di cadere in depressione ... in questi giorni di polemiche tutti gli articoli di tutte le forze politiche vengono commentati da tantissime persone ... A questi non se li fila nessuno ;)




logoEV