Turisti Si turisti No: gli esperti si dividono sui bilanci della spiaggia di velluto

turismo 3' di lettura Senigallia 09/08/2008 - AssoAlbergatori e AssoTurismo hanno le idee chiare su come sta proseguendo la bella stagione sul velluto, pareri comunque decisamente diversi, in attesa dei dati ufficiali previsti per settembre.

La stagione? Meno turisti, meno vacanze, meno soldi spesi. Ecco la fotografia di come sta andando il turismo - spiega Claudio Albonetti, Presidente Nazionale Assoturismo -. Il vero turismo, quello che soggiorna in mezzo alla settimana, è decisamente in crisi. Il week end è un\'altra cosa e non è certo un tipo di turismo che alle strutture alberghiere non giova. Da dieci anni viviamo una flessione costante, minima ma stiamo continuamente facendo dei passi indietro. Una situazione uguale in tutt\'Italia. Negli anni \'70 - continua Albonetti - il bel paese era al vertice del turismo mondiale. Ora siamo al quinto posto e continuiamo a perdere posizioni. Una situazioni che sta decisamente uccidendo molte aziende. Le Marche devo dire che reggono bene rispetto magari ad altre regioni, certo è che non ha mai fatto un boom di presenze tali da subire ora un \'importante recessione. Anche Senigallia fino ad adesso sta cercando di combattere la crisi a testa alta. I provvedimenti dell\'amministrazione che hanno reso la città più bella ed accogliente stanno pagando. Accanto a questo poi ci possiamo aggiungere le due grandi manifestazioni estive a cui il turismo si aggrappa”.

Dopo il Caterraduno di giugno che ha portato in città migliaia di persone, sulla spiaggia di velluto oramai è tutto pronto per la grande baraonda del Summer Jamboree, il festival della cultura americana degli anni \'40 e \'50 che negli ultimi anni ha fatto conoscere Senigallia in tutto il mondo e che aprirà i battenti il prossimo 16 agosto. Ma per Albonetti gli eventi non solo l\'unica risorsa disponibile.

La soluzione? Meno politica in spiaggia e più imprese. Bisogna evitare che la lentezza dell\'apparato burocratico influisca sulle imprese turistiche. Dobbiamo inoltre snellire anche il sistema delle aziende di promozione turistica, sono troppe”.

Il problema della flessione turistica è stato portato a galla ieri dalla Confartigianato che senza mezzi termini ha sottolineato come, secondo i loro dati, Senigallia in un anno abbia perso già il 4%. Dati comunque non verificati dalle altre associazioni di categoria che, nonostante condividano la percezione di crisi che si respira sulla spiaggia di velluto, sono in attesa di numeri ufficiali.

Cauto il commento anche dell\'Associazione Albergatori. “La prima parte della stagione abbiamo sofferto un po\' qui a Senigallia - ammette Marco Manfredi, presidente AssoAlbergtatori -. Il problema senza dubbio è stato il maltempo di inizio estate. Poi il mese di luglio è andato abbastanza bene, il tempo ha retto. Con il week end che ci attende siamo certi che riusciremo a riempire la città di turisti e che se il bel tempo continua anche ad agosto reggeremo. La crisi si sente comunque. I turisti italiani che vengono sulla spiaggia di velluto rimangono poco e spendo meno - continua Manfredi -. Bisogna puntare magari sul turismo estero, cosa che Senigallia fa da anni e su un tipo di turismo di nicchia. Solo così possiamo tirare fuori la testa dall\'acqua. Accanto a questo inoltre -ha concluso il presidente dell\'associazione di categoria- dobbiamo cercare di lavorare in sinergia fra noi albergatori, questa è la strada da seguire”.





Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 agosto 2008 - 2587 letture

In questo articolo si parla di economia, riccardo silvi, turismo, spiaggia, claudio albonetti, marco manfredi, mare, assoturismo, assoalbergatori


Sono necessarie le statistiche per valutare la stagione? La spiaggia di riempie solo nel fine-settimana.. anche in Agosto.. ergo?<br />
<br />
Poi in settembre l\'Angelova, dall\'alto della DUMA, sciorinerà i soliti numeri.. Un anno arrivò a dire che l\'amministrazione aveva lavorato per allungare la stagione estiva, parlando dei dati positivi invernali. In realtà si trattava dell\'aumento delle affluenze provocate da un paio di alberghi, molto attivi nel periodo invernale, di cui uno, di nuova apertura.<br />
<br />
Mi ricordano vagamente certi proclami di qualche decennio fa..

Off-topic

Mi sei sempre stato sulle scatole kit....anche quando bazzicavi Tex...or mi rendo conto perchè!<br />
Sei astioso...secondo me pure invidioso!<br />
Ansia da prestazione?

Off-topic

Vero, puntiamo sul turismo estero.<br />
Sarebbe ora, visto che 15 anni fa i turisti stranieri c\'erano e ora quasi non ci son più (il Summer jamboree non conta!).<br />
Allora vediamo: sono un turista straniero, e in qualche modo sono incuriosito dalla città.<br />
1- come ci arrivo? <br />
L\'aeroporto c\'è, ma non funziona per molte tratte, oppure occorre scendere a Forlì, dopodichè con tutti i bagagli prendersi un \"bollente\" treno fino a Senigallia, e lì sperare mi passino a prendere perchè non ce la faccio più a muovermi.<br />
Posso partire direttamente e arrivare con il treno: già solo il viaggio non so quanto mi costa...<br />
Oppure vengo con mezzi miei...tanto vado col motore a idrogeno, quindi che mi frega dell\'aumento del petrolio.<br />
2- cosa ci trovo?<br />
Bhe, su questo c\'è l\'imbarazzo della scelta,e se sei un giovane giramondo puoi da qui andare direttamente a ballare e divertirti in riviera, a soli 60 Km..se trovi un mezzo.<br />
3- quanto mi costa?<br />
...ehm.....<br />
Ok, il turista straniero va in Spagna: si diverte un pò di +, magari starà meno tranquillo, ma almeno paga una cifra minore.