Tappa a Senigallia per il Pullman del Partito Democratico

cartolina pd 2' di lettura Senigallia 07/08/2008 - Raccolta di firme per la petizione “Salva L’Italia”. Venerdì 8 agosto a Piazzale della Libertà di fronte alla Rotonda a Mare.

Riparte il pullman del Partito Democratico e sarà a Senigallia venerdì 8 agosto dalle ore 17 davanti alla Rotonda a Mare per l’unica tappa della Provincia di Ancona. L’obiettivo è quello di raccogliere le firme per la petizione “Salva l’Italia”, per dire “No ad un governo che si occupa del Premier e ignora stipendi e pensioni”.



Il pullman, partito mercoledì 30 luglio, ha sostato nelle città delle feste del partito e nelle principali località di mare. Il suo viaggio terminerà il 30 settembre dopo aver toccato tutte le province d’Italia. L’obiettivo è quello di raggiungere 5 milioni di firme in vista della manifestazione nazionale del 25 ottobre a Roma. “Un’iniziativa importante che siamo contenti di ospitare nella nostra città, un momento di mobilitazione del PD in vista della più grande manifestazione del 25 ottobre” dice Fabrizio Volpini Coordinatore cittadino del PD. Cristian Mazzoni, responsabile logistico della manifestazione spiega che “Il pullman è attrezzato con gazebo e materiale informativo e sosterà nel piazzale antistante la Rotonda a Mare dalle 17 alle 22 circa di venerdì 8 agosto. A bordo dirigenti e amministratori ai vari livelli”.



Ma “Salva L’Italia” e la manifestazione nazionale del 25 ottobre, non sono le uniche iniziative del Partito Democratico provinciale. “Questa è un’estate di lavoro” annuncia Emanuele Lodolini Coordinatore Provinciale del PD. E’ ufficialmente partita in questi giorni la campagna tesseramento della Provincia di Ancona con la parola d’ordine “La differenza la fai tu”. “Un’idea nuova di tesseramento che verrà effettuata esclusivamente nei circoli” spiega Lodolini “un modo per sottolineare l’impegno importante che comporta l’adesione ed il rapporto stretto con il circolo”. Da non sottovalutare l’aspetto finanziario che significa autofinanziamento e per questo è prevista una quota minima di 15 euro.



Siamo giunti ora come partito, al momento della radicalizzazione sul territorio e dell’elaborazione di un pensiero forte e condiviso” prosegue Emanuele Lodolini “Da settembre daremo il via ad una campagna di ascolti chiamata “Il PD Incontra” Incontreremo il mondo del lavoro, dell’associazionismo, del volontariato per confrontarci su proposte concrete per il nostro territorio”. “Il nostro essere partito a vocazione maggioritaria” prosegue Lodolini “non significa essere autosufficienti, ma significa creare le premesse per un partito robusto con un pensiero forte, capace di istaurare relazioni solide e costanti con le varie realtà del territorio”.



Un metodo, quello dell’ascolto, che seguiranno anche i 35 comuni della provincia di Ancona che nel 2009 si recheranno a votare per il rinnovo delle amministrazioni locali, ribaltando così le priorità e i percorsi politici che hanno visto finora stilare programmi e piattaforme programmatiche all’interno di una ristretta cerchi di partito.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 agosto 2008 - 3072 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico


Come si è potuto dare l\'immagine della rotonda per questa pagliacciata?

Chissà se la Angeloni firma.<br />
<br />
Ad esempio Chiamparino non firma.<br />
Ad esempio Cacciari non firma.<br />
Ad esempio Bassolino non firma.<br />
Ad esempio D\'Alema non firma.<br />
<br />
E molti altri esponenti del Pd non firmeranno.<br />
<br />
Questi esponenti (mi sono documentato) ritengono che l\'iniziativa antiberlusconiana di Veltroni sia del tutto fuori luogo e vorrebbero, appunto, qualche pagliacciata in meno ed un maggiore impegno per dare una caratterizzazione reale al Pd che ancora non si sa cosa voglia.<br />
Sono ancora fermi al \"Berlusconi è un pericolo per la democrazia\".<br />
Ora, siccome Chiamparino, Cacciari e D\'Alema sono intelligenti e siccome Bassolino è furbo, non si mischiano con questo modo di far opposizione che è perdente ormai da 10 anni.<br />
D\'Alema vuole il congresso (che Veltroni non vuole indire) e vorrebbe soprattutto capire cos\'è il Pd.<br />
<br />
E\' stato nominato un Governo ombra ma non sappiamo ad esempio cosa avrebbe fatto il ministro dell\'Interno ombra invece di ciò che ha fatto Maroni col Dl-sicurezza e non sappiamo neanche cosa avrebbe fatto il ministro dell\'economia ombra al posto di Tremonti che ha appena fatto approvare in parlamento la sua manovra triennale.<br />
Insomma, nessuno sa quali siano le proposte del Pd che finora si è segnalato per il solito antiberlusconismo.<br />
Veltroni insomma è in crisi di idee e all\'interno del suo partito comincia ad avere oppositori seri perchè i nomi che ho fatto sono seri (e sono ex Ds non ex Margherita).<br />
Sarà un autunno caldo.<br />
Per Veltroni.<br />

C\'è ben poco da ridere...<br />
La situazione è quella che è, e non si sa che futuro abbia...<br />
Il PDI nazionale non ha ancora chiarito le sue intenzioni...vuole fare dialoghi o opposizione???<br />
Speriamo ce lo facciano sapere almeno per Natale...<br />
E mentre Veltroni & Co. sembrano orfani pure di se stessi in grado di non impartire più niente verso nessuno. Alcune regioni, provincie, comuni se ne approfittano forse anche proprio della situazione di confusione per fare lo smacco finale come peraltro è stato fatto in questi ultimi anni...<br />
A Senigallia dobbiamo in primo luogo capire ancora se il sindaco fa parte del PDI e della sinistra o di Forza Italia, perchè sono convinto che a giudicare dalla conduzione politica dei suoi mandati e l\'atmosfera vissuta in questi ultimi anni, molta gente non ne sia ancora troppo certa... <br />
<br />
Ed in questo clima (estate 2008), intanto l\'importante è alleggerire il dolore con un pò di sane feste dell\'unità e giri in autobus<br />
Poi si vedrà...<br />
Cosa...non si sa...<br />
<br />
Stanco in vacanza a senigallia<br />




logoEV
logoEV