Calcio femminile: la Vigor non esiste più

Senigallia 20/07/2008 -

Sta nascendo una nuova squadra di calcio femminile in città, ma intanto gli storici colori rossoblu han smesso di vivere proprio nell\'anno del trentennale della società.




Nell\'anno del trentennale (era stata fondata da Cino Giulianelli e Pippo Giuffrida nel 1978) la Vigor femminile, una delle più belle realtà sportive senigalliesi degli ultimi anni, ha smesso di vivere.


Una decisione presa in questi giorni, ma che nasce dopo i guai di due stagioni or sono quando, praticamente al top dal punto di vista dei risultati (qualificazione in Coppa Uefa conquistata l\'anno precedente, diverse giocatrici approdate in nazionale) diversi nodi vennero al pettine ed iniziarono le fughe di giocatrici, i cambi di allenatore, il tutto fra sempre più impellenti problemi economici.


Insomma, il giocattolo si era rotto e la retrocessione in serie A2, e poi la mancata iscrizione allo stesso torneo cadetto avevano allungato l\'agonia, così come la partecipazione, senza ottenere punti, davvero indegna per la storia della società, al campionato di serie B 2007-08.


Ora, pur avendo diritto a partecipare al campionato di serie C regionale, Cino Giulianelli, già dallo scorso anno comunque assai defilato e sostituito nel ruolo di massimo dirigente da Mirco Massa, e lo stesso Massa, hanno deciso di comune accordo di chiudere qui l\'avventura col nome Vigor.

“E\' una decisione che non può che amareggiarmi”, dice Giulianelli, “ma susseguente ai guai del recente passato ed a questo punto inevitabile”. “Vorrei comunque dire”, ha aggiunto lo stesso ex patron, “che anche quando ho sbagliato, ho sempre fato tutto il possibile per salvare la situazione e fare il bene della società”.


Il calcio femminile a Senigallia non morirà del tutto: lo stesso Massa ha già anticipato di voler andare avanti e sta nascendo una nuova società che dovrebbe giocare al Bianchelli.

Nei prossimi giorni se ne saprà di più, ma intanto è già praticamente certa la partecipazione al campionato di serie C regionale marchigiano.


La Vigor, però, unica squadra calcistica senigalliese a conoscere i palcoscenici della serie A (e negli altri sport c\'erano riusciti soltanto il tennistavolo ed il basket femminile) rimarrà soltanto un ricordo.





Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 luglio 2008 - 1889 letture

In questo articolo si parla di sport, andrea pongetti


MATTEO - SENIGALLIA

DA TIFOSO E APPASSIONATO DI CALCIO LOCALE, NON POSSO CHE ESPRIMERE TUTTO IL RAMMARICO PER LA SCOMPARSA DI UNA REALTA\' SPORTIVA CHE SENZA DUBBIO LA NOSTRA CITTA\' CON LE SUE ISTITUZIONI NON E\' MAI RIUSCITA A VALORIZZARE. ASSISTERE AD INCONTRI DI SERIE A DI UNA LEGA SPORTIVA ITALIANA CON I TIFOSI OSPITI (NON CERTO NUMEROSISSIMI) SPESSO SUPERIORI IN NUMERO A QUELLI ROSSOBLU, ERA GIA\' IN TEMPI NON SOSPETTI UNO SPETTACOLO INDECOROSO. GRADIREI CHE CIO CHE STA ACCADENDO ALLA VIGOR SERVA DA ESEMPIO AFFINCHE\' I SENIGALLIESI ASSIEME A GIUNTA ED ASSESSORI RIESCANO A DARE IL GIUSTO PESO AI MOVIMENTI SPORTIVI LOCALI, CHE COME UNA FONTANA IN MEZZO AD UNA ROTATORIA O AD UNA SERATA DI FUOCHI D\'ARTIFICIO, DANNO LUSTRO ALLA NOSTRA CITTA\'.<br />




logoEV