Serra de' Conti: 18enne stende un carabiniere durante un inseguimento

1' di lettura 30/11/-0001 -
Fugge in moto per le campagne e poi rintracciato dai carabinieri ne stende uno con un pugno. E’ finita in manette la nottata brava di M.S., giovane poco più che 18enne (la maggiore età l’aveva raggiunta solo da pochi giorni), residente ad Arcevia che giovedì attorno all’1.30 è stato arrestato dai carabinieri di Serra de’ Conti in un bar in località Osteria.

di Marco Catalani
marco@viverejesi.it


Il ragazzo era stato avvistato un paio di ore prima a bordo di una motocicletta enduro assieme ad un altro centauro. I due scorazzavano per le vie di Serra e un’auto dei militari dell’Arma aveva fatto loro segno di fermarsi.

A quel punto però, anziché rallentare, le due moto avevano preso un fuoristrada impossibile per la gazzella dei carabinieri che, ad ogni modo, erano convinti di aver riconosciuto chi si celasse sotto il casco.

Verso l’1.30 M.S. è stato visto nel bar di Osteria. Era a piedi. Forse dopo l’alt dei carabinieri aveva riportato la moto a casa ed era uscito con un altro mezzo. Ma quando i militari gli si sono avvicinati per un normale controllo invece di favorir loro i documenti, il giovane ha iniziato a dare in escandescenze. Un appuntato è stato colpito a calci e pugni ed ha riportato la frattura del setto nasale.

Nella colluttazione i militari sono comunque riusciti ad avere la meglio e ad immobilizzare il 18enne che è stato arrestato. Ieri mattina è stato processato per direttissima.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 febbraio 2008 - 2142 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, marco catalani, serra de' conti


Arcadio

23 febbraio, 22:38
vai ragazzo,vai,se ti rimetti in sesto e cambi testa hai un futuro..il pugliato ha bisogno di nuovi giovani baldi e audaci!

Anonimo

25 febbraio, 18:10
Commento sconsigliato, leggilo comunque