Ostra Vetere aderisce a Bioforenergy

1' di lettura 30/11/-0001 -
Le fonti di energia rivestono un’importanza strategica, ed è fondamentale, nell’attuale fase mondiale del loro massimo sfruttamento, limitare e razionalizzare il loro utilizzo, sostenendo la diffusione di impianti alimentati da fonti rinnovabili alternative e da sistemi innovativi di efficienza energetica che possiedono anche la caratteristica di non esaurirsi nel tempo”.

dal Comune di Ostra Vetere
www.comune.ostravetere.an.it


A parlare sono Massimo Bello, Sindaco di Ostra Vetere con delega alle Politiche Comunitarie, e Rita Aquili, Assessore alle Politiche Ambientali, a proposito dell’adesione del Comune al Progetto europeo “Bioforenergy” finanziato dal Programma comunitario Interreg III-A Transfrontaliero Adriatico NPPA ed alla costituzione della Comunità per l’Energia Sostenibile (SEC) dell’Area Pilota “Misa-Nevola”.

Il Progetto dell’Unione europea denominato “Bioforenergy” si propone di promuovere un processo di sviluppo locale sostenibile attraverso l’utilizzo e la valorizzazione delle bio-masse agroforestali come fonti energetiche rinnovabili, limitando l’impiego delle risorse energetiche fossili, al fine di migliorare la qualità dell’ambiente con la cura del territorio agricolo-forestale e la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e di altri gas climalteranti nocivi all’ecosistema, contribuendo anche allo sviluppo economico locale del mondo agricolo.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 febbraio 2008 - 1853 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, massimo bello, comune di ostra vetere