Sinistra Arcobaleno affila le unghie per la campagna elettorale

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
A Senigallia però l'accordo tra Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani, Verdi e Sinistra Democratica ha una spinta in più anche in vista delle amministrative del 2010 ma i colpi di scena potrebbero arrivare anche prima.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it


Avvertiamo la necessità di un ricollocamento a sinistra di tutti coloro che si sono battuti per un modello di democratica diverso, perché la politica deve tornare ad occuparsi dei problemi della gente, basta con la sola economia e globalizzazione - afferma il segretario di Rifondazione Fabrizio Petrolati - il nostro progetto è aperto ai cittadini, alle associazioni e ai movimenti e proprio da sabato cominceremo a disegnare un nuovo progetto per il futuro. Il Pd resta un interlocutore privilegiato ma l'alleanza in futuro non è scontata”.

In previsione ci sono le elezioni del 2010 ma anche gli equilibri interni alla attuale maggioranza di governo, dove gli ex Margherita e Ds contano sindaco, sei assessori su otto, vice sindaco e presidente del Consiglio, sono piuttosto precari.
Alle prossime elezioni, se non ci fosse un progetto condiviso, potremmo scegliere di andare da soli, come Sinistra Arcobaleno, perché la città ha una forte ispirazione legata ai valori della sinistra e ambientalisti. Al momento in maggioranza c'è bisogno di un confronto e tutte le forze politiche hanno convenuto su questa necessità. Adesso si comincia con la variante arceviese e poi andremo avanti con gli altri punti programmatici di questa amministrazione - aggiunge Petrolati - se non c'è più l'accordo sui programma che ci hanno uniti due anni e mezzo fa nulla ci vieta di uscire subito dalla maggioranza (riferito ovviamente al caso di Rifondazione – ndr).

Dovremo affrontare alcune criticità, come ad esempio lo sviluppo dell'area compresa tra la Sacelit, il porto, il lungomare e la stazione per cui a nostro avviso serve un progetto unitario e non settoriale, ma senza più ragionare con l'ottica della forza nei numeri perché il Pd non può continuare ad andare avanti contando solo i voti necessari per far passare le pratiche
”.

Un avvertimento esplicito per i colleghi della coalizione del governo Angeloni con cui finora Rifondazione si è scontrata più volte. Da oggi però con la nuova alleanza di Sinistra Democratica in giunta e in consiglio almeno Verdi e Rifondazione dovrebbero fare fronte comune (le altre forze non hanno eletto rappresentanti).

Noi pensiamo ad una sinistra che possa andare al governo nazionale e che incida anche a livello locale - afferma Roberto Primavera dei Verdi - il Pd di fatto è centrista mentre noi ci ispiriamo di più al modello di Zapatero”. “Noi rappresentiamo la forza più giovane all'interno della Sinistra Arcobaleno - afferma Carlo Girolametti - ma portiamo il nostro contributo sul fronte di battaglie importanti come quelle per la pace e contro il lavoro precario”.
Ad aderire alla Sinistra Arcobaleno sono anche i Comunisti Italiani. “Siamo ad un punto di arrivo perché da tempo cercavamo l'unità della sinistra - aggiunge Ferdinando Salvioni - ma allo stesso tempo guardiamo a progetti futuri. Anche a Senigallia adesso, con due assessori in giunta, aumentiamo il nostro peso politico e possiamo ragionare anche in vista delle amministrative del 2010”.

Sabato intanto Sinistra Democratica si presenta ai cittadini con un'assemblea pubblica che si terrà alle 15,30 all'Auditorium San Rocco.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 febbraio 2008 - 2145 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, sinistra arcobaleno, ferdinando salvioni, roberto primavera


gelo

22 febbraio, 14:07
Volevo commentare l'articolo, sui contenuti (che letti in chiave propagandistica risultanto stra-sentiti, triti e ritriti, scontati e poco credibili, visto poi nella pratica cosa succede) delle dichiarazioni, ma la foto al bar centrale, mi ha fatto passare ogni voglia.<br />
Sconforto

Anonimo

22 febbraio, 15:49
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

22 febbraio, 19:29
Commento sconsigliato, leggilo comunque

quilly_68

22 febbraio, 22:21
Per fortuna che tra tre mesi arriva Silvio che rimette a posto le cose..............Ma pensa te.....