Arcevia – Serra dei Conti: anno 2008, strade da medioevo

1' di lettura 30/11/-0001 -
Sicuramente, il percorrere strade all’aria aperta può sembrare romantico, può evocare pensieri d’altri tempi, o, certamente, essere anche salutare

da Ruben Serrani
rubens@vsmail.it


Il problema è che, a mio avviso, essendo io una persona che non pensa mai alla malafede, gli amministratori dei nostri luoghi, e principalmente dei comuni di cui sopra, non si rendono conto che i tempi sono cambiati, che le “mulattiere” non servono più se non dove la natura vige splendidamente regina, e che le nostre auto e i loro occupanti abbisognano se non della perfezione, almeno di strade sufficientemente percorribili.

Purtroppo, mi trovo personalmente a transitare, almeno due volte al giorno, per necessità, una strada denominata “della colonnetta” (contrada Carrara, frazione Montale) di proprietà, oltre che dei comuni all’intestazione, anche di quelli di Barbara.

Ma, mentre quest’ultimo ha provveduto alla sistemazione delle proprie aree da oltre dieci anni, gli altri si ostinano a fare esclusivamente inutili promesse vane in campagna elettorale (testimonianze raccolte), salvo poi risolvere il tutto con qualche carriola di ghiaia che alle prime piogge si trasforma in pantano.

Inviterei, per cortesia, le amministrazioni interessate, a fare un piccolo sopralluogo nel tratto interessato, e a decidere una volta per tutte un giusto intervento, anche se in quei tratti gli abitanti sono pochi, e di conseguenza anche i voti, le persone hanno comunque il diritto di vivere.










Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 febbraio 2008 - 2459 letture

In questo articolo si parla di arcevia, ruben serrani, barbara, strade, serra de' conti


kit_carson

18 febbraio, 18:14
Caro Ruben,<br />
e se ti dicessi che la situazione senigalliese - tolta la ghiaia - non è mogliore di quella dei due comuni?<br />
<br />
La situazione strade in genere della nostra provincia, è assai disastrosa. Non è la grandezza del battistrada o la segnaletica che manca, qui parliamo proprio del fondo stradale.<br />
<br />
E dire che i romani fecero scuola...<br />
<br />