Basket: la Pallacanestro Senigallia sbanca Trieste dopo un finale thrilling

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
I biancorossi sempre avanti, anche dominando, ma come domenica scorsa, calano sensibilmente nel finale.
Ma, con un finale thrilling, stavolta conquistano ugualmente i due punti (81-80).

di Andrea Pongetti


La Goldengas sbanca il campo del fanalino di coda Trieste, privo dell'infortunato Bonaccorsi, vincendo per 81-80 contro l'Acegasaps con un finale pieno di emozioni che sancisce un successo meritato per quello che si è visto nell'arco dei 40', ma sofferto dopo un sensibile calo nel finale, nel quale la Goldengas riacciuffa per i capelli una partita messasi assai male.

La cronaca:
Primo quarto che prosegue a strappi: la Goldengas parte forte e con due bombe va subito sul 6-0 ma poi incappa in un black out di qualche minuto e scivola fino al – 7 (15-8) con un Pilat, 11 punti nei primi 5', immarcabile.
Bigi però trascina la Goldengas al nuovo sorpasso e al termine dei primi 20' i ragazzi di Simoncioni conducono 22-18.

Nel secondo quarto Trieste fa esordire Matteo Metz, triestino purosangue classe '88, acquistato in settimana dal Fabriano, che si presenta subito con una bomba. Ma la Goldengas c'è e soprattutto col tiro da fuori, particolarmente efficace, vola fino al + 8.
Trieste comunque non esce dal match e trova buone cose anche dalla giovane panchina, con Metz e Sosic. All'intervallo comunque la Goldengas è meritatamente in vantaggio (41-33), e ha già sette giocatori a canestro.

Dopo l'intervallo, il copione non cambia: Trieste fatica a contenere lo strapotere offensivo di Senigallia, che con Bigi infila un'altra tripla e vola fino al + 14 (55-41), nuovo massimo vantaggio.
Ma i locali, che oltre a Pilat, hanno buone cose dai propri under, Sosic e Godina ma anche dal pesarese, cresciuto nelle giovanili della Scavolini, Bartolucci, tornano a – 4 (54-58) contro una Goldengas in confusione che sbaglia molto in attacco. Esposito e Gnaccarini interrompono nel momento più difficile l'emorragia e al termine del terzo quarto i biancorossi conducono 65-56.

Nell'ultimo periodo si sbaglia molto da entrambe le parti, ma l'Acegasaps Trieste riesce a riavvicinarsi: al 35' il punteggio è 67-65 per la Goldengas con Simoncioni costretto a chiamare time-out mentre i giuliani non hanno più LoSavio fuori per falli.
Una bomba di Bartolucci sigla la parità a 1.30 dalla fine (74-74) e da il via a un finale pieno di emozioni.

Pilat firma il sorpasso dalla lunetta, Esposito sempre dalla linea della carità pareggia, Pigato firma il nuovo +1, Esposito, tra l'altro un ex, a 33'' dalla fine rimanda di nuovo avanti la Goldengas di un punto. Trieste sbaglia nel possesso successivo il tiro da 3 punti ma Pilat prende il rimbalzo offensivo e segna il nuovo controsorpasso locale trasformando anche il libero aggiuntivo aggiuntivo del + 2 ad appena 6'' dalla fine. Sembra finita, ma in sei secondi la Goldengas riesce a trovare il canestro con Gnaccarini che trova al contempo anche un ingenuo fallo di Pilat, il migliore in campo per i locali. Il play senigalliese segna anche il tiro libero supplementare e dà la vittoria alla Goldengas.

Tabellino
ACAGASAPS TRIESTE 80:
Muzio 10, Tonetti 2, Pilat 29, Pigato 9, Losavio 5;
Metz 3, Sosic 5, Godina 5, Bartolucci 12.

All. Pasini

GOLDENGAS SENIGALLIA 81:
Gnaccarini 15, Romagnoli 5, Bigi 19, Martinelli 6, Pierantoni 12;
Catalani 2, Maggiotto, Esposito 22.

All. Simoncioni

Arbitri:
Latini di Budrio e Angelini di Casalecchio di Reno.

Parziali:
18-22
33-41
56-65
80-81

Note: spettatori 1.000 circa.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 gennaio 2008 - 1792 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pallacanestro senigallia, andrea pongetti





logoEV